The news is by your side.

L’Atletico Vieste punta su Cannarozzi

8

Per un torneo da protagonisti in Promozione

 

Giusto il tempo di rifiatare ed è già arrivato il momento di sbiz­zarrirsi un po’: l’organico è più o meno fatto, ma manca la "ciliegina sulla tor­ta". L’Atletico Vieste resta sulle tracce di Francesco Cannarozzi. L’attaccante del Lucera è il primo obiettivo dei garganici che vorrebbero, a questo punto e dopo il bel campionato di pro­mozione disputato nella scorsa stagione da ma­tricola, essere i veri pro­tagonisti del torneo. Si può fare, si può azzardare. Probabil­mente, almeno in que­sto periodo, la prossima formazione la si può scrivere sulla sabbia, la­sciando a rischio on­data, la squadra-tipo d’una stagione ormai prossima, praticamente in rampa di lancio, fre­sca di riposo e carica d’attesa. Fantasie di giornate di mezza esta­te, con un mercato bello e fatto e un altro da definire. L’altro giorno in un albergo di Vieste il primo contatto tra i calciatori e staff tecnico e dirigenziale dell’Atletico Vieste targato 2008-2009. E’ stato un incontro importante per chiarire alcune situazioni e per fare il punto sulle strategie di mercato. L’Atle­tico Vieste ha puntato gli occhi su Cag­gianelli del Trinitapoli che quest’anno è stato il capocannoniere nel campionato di Seconda categoria e su cui pare abbiano puntato gli occhi anche alcune società. E’ molto probabile l’addio al capitano Franco Cinque. Si cerca un portiere esperto da affiancare a Bua: l’obiettivo e De Gennaro, mentre la riconferma è arrivata per Paolo e Roc­co Augelli, Melchionda, Cariglia, Mastromatteo, Pappano, Silvestri, Du­cange, Gentile, Gualano, Gravinese. Intanto è stata fissata la data di inizio della pre­parazione che sarà il 6 agosto prossimo. Ci si augura che in tempi bre­vi si possa inaugurare il nuovo campo sportivo, molto probabilmente con un triangolare di lusso tra Foggia, Man­fredonia ed Atletico Vie­ste, anche se si sta ten­tando di portare il Napoli di De Lau­rentis sul Gargano. Prima di pensare alle amichevoli, tuttavia, sarebbe opportuno chiudere questa pratica del campo spor­tivo in maniera tale da avere per la prossima stagione un campo di gioco degno di questo nome e delle tradizioni della Vieste calcistica.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright