The news is by your side.

Foggia: obitorio al collasso, mancano le celle frigorifero

20

Troppi cadaveri in attesa di sepoltura. Intanto, l’obitorio degli Ospedali Riuniti di Foggia rischia il collasso perché mancano i posti e
la struttura è costretta a chiedere aiuto agli ospedali di altri comuni come quelli San Severo e Cerignola.
Cadaveri in viaggio e in attesa di una degna sistemazione.
Le celle frigorifere di Foggia sono 10, ridotte da tempo a 6, perché in 4 sono fuori uso i ventilatori e i macchinari che raffreddano.
Facile immaginare la situazione igienica e le pessime condizioni in cui è costretto a lavorare il personale addetto a questo già delicato e difficile compito.
I cadaveri dimenticati sono soprattutto quelli sottoposti a vincoli giudiziari.
Come accade per gli extracomunitari non riconosciuti.
E’ il caso di un giovane polacco, vittima di un pirata della strada e , il cui corpo, è congelato dal 2006.
Si aggiungono poi circa 100 corpicini di feti e bambini deceduti.
Da tempo il policlinico ha passato all’area tecnica il compito di progettare un nuovo obitorio con più celle ma bisogna reperire i fondi e decidere dove realizzare la nuova struttura la colpa, però non è degli Ospedali Riuniti bensì del Comune di Foggia, unico soggetto responsabile della sepoltura di questi deceduti.
Sul fatto interverrà la Prefettura che ha già convocato un tavolo tecnico per risolvere la questione


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright