The news is by your side.

Rignano Garganico – IN FUMO 3 ETTARI DI ULIVETO E MACCHIA MEDITERRANEA

16

 Tre ettari di uliveto e di macchia mediterranea sono andati in fumo stamane a Rignano Garganico in località "Le Grotte – Rutticane". Nessun danno al vicino agriturismo. Il peggio è stato scongiurato grazie al pronto intervento del Comune e dei Carabinieri del locale comando, diretto dal brigadiere Giuseppe Fiore. Sul posto a coordinare le azioni di spegnimento e di limitazione del fuoco l’assessore ai lavori pubblici Luigi Di Claudio e il carabiniere Nicola Ciavarella, che hanno allertato i Vigili del Fuoco di San Severo e il comando regionale di protezione civile ed emergenza incendi di Bari. Immediato l’arrivo dei pompieri, dell’Associazione Nazionale Vigili del Fuoco di Rignano, del servizio antincendio della Regione Puglia (settore foreste), dell’Associazione Sos-Ser Radio 27 di San Marco in Lamis, della Forestale e di altri uomini, mezzi e moduli allertati dalla sede operativa di Bari. Il rogo, di probabile natura dolosa, stava per raggiungere un agriturismo del posto e distruggere vari ettari di vigneto, di frutteto e di uliveto. Alla fine sono andati in fumo una trentina di alberi di ulivo e diversi arbusti di macchia mediterranea. Quanto accaduto ha richiamato l’attenzione sull’assenza di un piano di protezione civile comunale e sulla necessità di coordinare tali interventi da parte di un unico soggetto pubblico. "Mi attiverò in prima persona fin da oggi – ha spiegato Di Claudio a Garganopress.net – perchè l’Amministrazione Comunale si doti nell’immediato di un piano di protezione, non è più possibile attendere oltre. Oggi ci è andata bene, ma non possiamo affidarci più al caso. Lavorerò per dipanare gli attriti tra le associazioni e una parte del Comune". Il sindaco è avvisato, il piano s’ha proprio da fare!


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright