The news is by your side.

Si può cancellare un’ipoteca senza costi aggiuntivi?

25

A Manfredonia si può rivolgendosi allo “sportello dei diritti” Cancellare un’ipoteca senza costi aggiuntivi. E’ possibile anche a Manfredonia, dove un cittadino ha raggiunto l’importante obiettivo rivolgendosi allo “sportello dei diritti” aperto dall’Italia dei Valori.

Lo spiega il responsabile del movimento dipietrista di Manfredonia, Pino Delle Noci “i diritti dei cittadini garantiti dalla legge e disattesi dalle grandi banche e dalle multinazionali devono essere rispettati, e qui a Manfredonia abbiamo raggiunto un altro importante risultato. Un cittadino che aveva chiesto alla sua banca la cancellazione automatica senza costi aggiuntivi dell’ipoteca, così come previsto dalla  legge n. 40 del 2 aprile 2007, si è visto negare tale diritto. Poi si è rivolto allo “Sportello dei Diritti” di Manfredonia e lo sportello, sempre gratuitamente, ha aiutato il cittadino ad inoltrare reclamo alla banca in questione e alla Banca D’Italia”.

In data 7 luglio, l’ufficio reclami della banca ha dunque risposto: “Facciamo riferimento alla lettera citata a margine, nella quale avete chiesto la cancellazione dell’ipoteca … In proposito, vi confermiamo che in data 10/07/08 è stata messa a disposizione di tutti i punti operativi della banca la circolare operativa che recepisce le ultime disposizioni in materia … Vogliate pertanto prendere contatti con la filiale per avviare, nei modi opportuni, la relativa richiesta”.

La locale filiale della banca in questione, a dir la verità, specifica Delle Noci, aveva dimostrato pronta sensibilità e disponibilità per la soluzione del problema, disponibilità che si infrangeva purtroppo nella chiusura delle gerarchie superiori giustificata dalla “mancanza di disposizioni interne attuative”. Ed invece le disposizioni ci sono e basta renderle concrete, in quanto la legge numero 40 rientra nella finanziaria 2008 che ha ampliato l’applicabilità delle procedure previste dal decreto legge n. 7 del 2007 e convertito in legge con la n. 40 del medesimo anno.

Ecco, dunque, un altro notevole risultato raggiunto da un modo nuovo e diverso di garantire i diritti dei cittadini e dei lavoratori, afferma Delle Noci: ciò conferma che i diritti di ognuno di noi si possono far rispettare, nella legalità, l’importante è non abbassare la testa, far valere la propria dignità e i propri diritti, non rassegnarsi, e questo discorso vale particolarmente qui da noi, nel sud e a Manfredonia, dove i riflettori della grande opinione pubblica non sempre illuminano a dovere e i costumi pubblici sono discutibili.

Andrea Pacilli

Manfredonia.net


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright