The news is by your side.

PD: l’eliambulanza deve continuare ad atterrare a Vieste

22

Il servizio di eliambulanza in favore della popolazione del Gargano deve continuare ad essere garantito durante la sperimentazione dell’elisoccorso. E’ la proposta avanzata dal capogruppo del Partito Democratico, Aldo Ragni, ed approvata all’unanimità dal Consiglio comunale di Vieste. Richiesta recapitata brevi manu al commissario della ASL Foggia, Donato Troiano, che ha dichiarato di accoglierla nel corso della seduta monotematica dell’Assise cittadina, svoltasi nel pomeriggio di ieri, dedicata al delicato tema dell’assistenza sanitaria e di emergenza nel territorio garganico. “Il tema è troppo delicato per svilirlo con strumentali polemiche politiche – ha dichiarato lo stesso Ragni aprendo il proprio intervento in Aula – Per tale ragione abbiamo proposto alla conferenza dei Capigruppo di svolgere questo Consiglio comunale straordinario e monotematico, a cui abbiamo unanimemente deciso di invitare il commissario della ASL, che ringraziamo per la presenza.
Ora che siamo riusciti nell’impresa di costituire un fronte comune per evitare che le comunità di Vieste e del Gargano settentrionale perdano un servizio fondamentale, dobbiamo rivendicare le nostre ragioni e scongiurare guerre tra territori.
Allo stesso tempo – ha proseguito il capogruppo del PD – dobbiamo evitare un referendum tra elisoccorso e eliambulanza: siamo orgogliosi che in Capitanata si sperimenti, prima provincia in Puglia e tra le prime nel sud Italia, questo specializzato servizio di soccorso e assistena. E nessuno di noi può avere dubbi sul fatto che, grazie alla ASL e al governo regionale, la nostra provincia compie un passo in avanti verso l’ampliamento e l’innovazione nella sua offerta di salute. Se, però, il costo sociale da sopportare fosse la perdita dell’eliambulanza, la comunità viestana e garganica ne verrebbe danneggiata. Come ben sa Donato Troiano, sono due servizi diversi: uno serve per il primo soccorso, l’altro effettua solo il trasferimento verso l’ospedale più vicino o in grado di fornire la migliore assistenza.
L’eliambulanza non è a Vieste per ragioni di campanile o politiche, ma perchè qui è maggiore il disagio provocato da collegamenti stradali tortuosi e, a tratti, impervi. Vieste e il Gargano settentrionale non possono perdere questo mezzo di collegamento con gli ospedali”.
“Pur non essendo al governo della città – ha dichiarato il segretario cittadino del PD, Mauro Clemente – ci siamo attivati per scongiurare il taglio di un servizio essenziale. Ora chiediamo al Sindaco di rappresentare, con fermezza e garbo istituzionale, alla Giunta Regionale le legittime ragioni della comunità viestana. Per tale ragione, proponiamo la convocazione di un altro Consiglio Comunale straordinario alla presenza di tutti i consiglieri regionali della provincia di Foggia.
Al commissario straordinario della ASL va dato atto, e merito, di aver assunto una grande responsabilità decidendo di non sospendere il servizio di eliambulanza, ma ora tocca alla politica assumersi l’onore e l’onere di adottare la scelta definitiva e garantire la prosecuzione del servizio di eliambulanza. Non possiamo perdere un solo minuto, se vogliamo evitare che le strumentalizzazioni politiche prendano il sopravvento sul dialogo istituzionale e il buon senso”.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright