The news is by your side.

Eliambulanza a Vieste: facciamo sentire la nostra sacrosanta protesta

20

Sembrava tutto chiarito. Le dichiarazioni del Direttore Generale della Asl Fg1 Dr. Donato Troiano avevano il tono inequivocabile di una perentoria rassicurazione (seppure provvisoria, vale a dire fino a metà settembre):l’eliambulanza da Vieste non parte e resta operativa. Come dubitarne, una volta che cotanto verbo è stato pronunciato nella cornice solenne di un’ aula consiliare, di fronte ad una invocazione unanime di tutta l’assemblea, spettatori ed internauti collegati in diretta, compresi

 

A distanza di una settimana, i fatti (la cronaca nuda, cruda ed inquietante del caso di un paziente fratturato al femore, documentato da OndaRadio, trasportato, con incredibile ritardo, previo elisoccorso, sfidando la sacrosanta irrefrenabile costernazione dei cogiunti), rigettano pesanti sospetti sulla “ferrea” volontà di soppiantare il servizio di Eliambulanza di base a Vieste e sostituirlo con l’Elissocorso da Foggia. E di mettere tutti di fronte ad un fatto compiuto che assume così la veste del “delitto perfetto” perpetrato ai danni di un intero territorio, ormai Cenerentola in tutto. E’ gravissimo quanto sta avvenendo sotto i nostri occhi. Questa città, unitamente a tutto il Gargano nord, non può subire il torto di vedersi mortificate le legittime aspettative legate ad uno dei diritti più sacri della vita umana: il diritto alla salute. In nome di che cosa poi? ”Mera ragioneria applicata alla pianificazione dell’assistenza sanitaria” è stato ribadito nel corso dell’ultimo Consiglio Comunale, davanti ai Lorsignori della Asl. Quella pianificazione assistita –a parole- da un compendio tecnico-statistico di discutibile stile “provare per credere!, ma che serve solo a far quadrare bilanci impresentabili.
La nostra città, i cittadini tutti, i nostri conterranei del Gargano nord non possono restare impotenti e lasciarsi asfaltare da una tale inamissibile iniziativa. Questa testata, in segno di civica e civile mobilitazione, suggerisce a chiunque voglia manifestare sensibilità sul delicato tema, di inviare una inequivocabile protesta nella forma suggerita ai recapiti sottoelencati e nelle modalità di trasmissione consigliate.
Si auspica una massiccia adesione, anche a testimonianza di una coscienza civica dell’intera comunità, che su temi delicati come la salute, riesce a ritrovare la volontà di reagire vigorosamente e levare altissima la sua voce. Sperando che venga ascoltata.

Campagna contro la soppressione del servizio di Eliambulanza di base a Vieste
Inviate (e consigliate di inviare) questo messaggio in modalità fax o mail o lettera-raccomandata
Ai recapiti sottostanti:

LA SALUTE E’ UN DIRITTO DI TUTTI. ANCHE NOSTRO!
ESSERE NATI O TRASCORRERE LE VACANZE SUL GARGANO
NON PUO’ ESSERE UN RISCHIO.

NON TOGLIETECI L’ELIAMBULANZA DA VIESTE!

IO, (cognome e nome), residente a …
PROTESTO contro LA SOPPRESSIONE DEL SERVIZIO DI ELIAMBULANZA DI BASE A VIESTE E CHIEDO CHE  CONTINUI AD ESSERE OPERATIVO.

FIRMATO
(nome e cognome)

Alla c.a. del Sig. Direttore Generale ASL FG1
Piazza della Libertà 1
71100 Foggia
Recapito fax 0881 884619

Alla c.a. del Sig. Assessore regionale alle Politiche della Salute
Via Caduti di tutte le guerre, 15
70126 BARI
Recapito fax 080 5403237
Mail: assessore.salute@regione.puglia.it

OndaRadio

per la redazione

ninì delli Santi


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright