The news is by your side.

Brutte notizie: dalla Regione è deciso e perentorio niente eliambulanza per il Gargano!

19

Questa mattina presso l’Assessorato alle Politiche della salute della Regione Puglia si è tenuto l’atteso confronto tra le parti (Comune di Vieste – ASL Foggia) sulla questione dell’Eliambulanza.
Erano presenti l’Assessore Regionale Alberto Tedesco, il Commissario Straordinario Donato Troiano e per il Comune di Vieste il Sindaco Ersilia Nobile, il Presidente del Consiglio Michele Mascia e l’Assessore Carlo Sollitto, inoltre erano presenti i consiglieri regionali Damone e Zaccagnino.

La discussione è iniziata con la relazione del Sindaco di Vieste Ersilia Nobile che ha spiegato all’Assessore le ragioni di questa contestazione fatta alla ASL di Foggia sulla trasformazione del servizio da Eliambulanza ad Elisoccorso.
L’Assessore Tedesco non si è mostrato disponibile ad un confronto ed ha ribadito con fermezza che dal Sindaco di Vieste si aspettava un giudizio positivo sull’istituzione dell’Elisoccorso in Provincia di Foggia e non ha gradito quello che stà accadendo a Vieste in questi giorni (alludendo alla valanga di E-mail e fax di protesta), e quindi per lui la vicenda è chiusa definitivamente.
“L’Eliambulanza – ha rimarcato Tedesco – è un servizio che non esiste in nessuna realtà d’Italia, né è previsto nel piano di emergenza-urgenza del 118 regionale e quindi andava soppresso e sostituito con un servizio più moderno ed efficiente. E continuando ha ribadito di non essere disponibile a mediare questa discussione e consentire che l’eliambulanza continui a svolgere il servizio sul Gargano.  “Questo modello di trasporto – ha sottolineato –  Tedesco , è stato in tutti questi anni semplicemente un taxi gratuito per accompagnare i cittadini in ospedale null’altro di più”.
Parole ai limiti dell’offesa e arroganza li ha definite il presidente del Consiglio Michele Mascia, il quale ha ribadito: “ci sono tutte le condizioni per iniziare una battaglia democratica forte senza esclusione di colpi, è sconcertante come l’Assessore Tedesco disconosca tutte le ragioni dei Garganici che si vedono privati con un colpo di spugna un servizio che ha salvato tante vite umane, mortificando anche la professionalità dei medici, del PPI di Vieste che in questi lunghi tredici anni, statistiche alla mano, hanno diagnosticato diverse patologie gravi che grazie all’intevento tempestivo dell’eliambulanza ha salvato centinaia di vite garganiche. E tutto questo non può essere – ha detto Mascia – liquidato in meno di dieci muniti di colloquio” .
All’Assessore Tedesco il Presidente del Consiglio Mascia ha anche consegnato un documento che spiega tutte le ragioni per conservare l’Eliambulanza a Vieste.
La discussione molto animata ha rischiato di degenerare. Il Sindaco di Vieste, Ersilia Nobile, ha fronteggiato la scriteriata posizione di Tedesco con veemenza e determinazione.
Il consigliere regionale Damone intervenuto provvidenzialmente prima che la discussione degenerasse, proponendo all’Assessore Tedesco e quindi al Commissario Troiano che l’Elisoccorso dal “Gino Lisa” di Foggia venga immediatamente spostato a Vieste dove c’è una unità operativa che ha ben funzionato per 13 anni.
Su quest’ultima proposta sia l’Assessore Tedesco che lo stesso Commissario Troiano si sono mostrati disponibili e quindi avvieranno una consultazione tecnica con il responsabile dell’Alidaunia Pucillo per verificare se c’è concretamente possibilità di trasferire l’elisoccorso a Vieste.
Per il Gargano è una doccia fredda su cui riflettere, un Gargano fortemente penalizzato da scelte scellerate ed improvvisate, calate dall’alto e che continuano ad ignorare tutte le criticità del nostro territorio.

IL DOCUMENTO

COMUNE DI VIESTE
Provincia di Foggia

 

     UFFICIO DELLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO   
                
    Residenza Municipale – C.so L. Fazzini, 29 – 71019 VIESTE
         Tel. Fax 0884-712254 – mail:uffstampavieste@tiscali.it

Gent.mo ASSESSORE ALLLE POLITICHE DELLA SALUTE DELLA REGIONE PUGLIA
ALBERTO TEDESCO

     A nome del Consiglio Comunale di Vieste porgo i saluti doverosi ed i ringraziamenti per l’attenzione che ha sempre mostrato nei confronti della città di Vieste ed il Gargano.
     Non è facile comprendere la rabbia e l’esasperazione di tanti cittadini residenti e non, in questi giorni caldi d’estate di una città come Vieste che si è sempre distinta per il rispetto che ha avuto verso le istituzioni di ogni ordine e grado.
     Ci rivolgiamo a Lei quale massima espressione della Sanità Pugliese per scongiurare che sia messa in atto una COLOSSALE INGIUSTIZIA nei confronti di tutti i cittadini di Vieste e del Gargano. 
     Alcune considerazioni sui fatti accaduti vanno fatte, a Lei spetterà la giusta decisione.

Luglio 1995 la ASL FG/1 con a capo il Direttore Generale Vincenzo Di Venere istituiva nel Gargano Nord il servizio di Eliambulanza, Vieste sede della ex USL FG/4 fu individuata sede del nascente Distretto n. 4 e quindi divenne la base operativa del nacente servizio.
Qualche mese prima tutti i Sindaci del Gargano nord riuscirono a vincere una battaglia storica, la Regione Puglia finalmente aveva deliberato l’ospedale del Gargano Nord a Vico del Gargano, oggi si ripete il copione?

Nasceva quindi il servizio di Eliambulanza, il primo nella provincia di Foggia, una vera innovazione tecnologica che a dire il vero non trovò riscontro nei Sindaci garganici, nemmeno un finanziamento messo a disposizione dalla Comunità Montana del Gargano per costruire le aviosuperfici riuscì a mobilitare i Sindaci del Gargano Nord.
Il Comune di Vieste invece non ha badato a spese, prima costruendo una aviosuperficie attrezzata anche per i voli notturni, poi in seguito alle prescrizioni dell’Enac, progettò una aviosuperficie sopraelevata e tecnologicamente avanzata ancora in via di ultimazione.

A ragion veduta e dati alla mano, possiamo dire che il servizio di Eliambulanza, semplice trasporto rapido in ospedale, in questi 13 anni, al di là della classificazione dei codici e del tecnicismo legato al professionale 118, HA SALVATO TANTE VITE UMANE e questo non solo giustifica ogni tipo di spesa ma dimostra che quella decisione del luglio 1995 è stato l’unico investimento serio nel Gargano in questi 13 anni da parte dell’ASL.

– ANNO 2006    147  ricoveri di cui 130 da Vieste;
– ANNO 2007    222  ricoveri di cui 194 da Vieste;

Al 30 giugno 2008  104  ricoveri di cui 91 da Vieste

LA SANITA’ SUL TERRITORIO? …..questa la risposta dell’Alla ASL FG/1:
–    avevamo la CAMERA IPERBARICA con una equipe stabile di tecnici ed infermieri, per le prestazioni di quel servizio venivano da tutta la provincia di Foggia, poi  l’hanno chiusa..”appena in tempo a far conseguire il titolo da primario al dr. Giuseppe Altieri”.. che né è stato l’ideatore prima a Vieste, poi alle Isole Tremiti ed anche a Torremaggiore;
–    avevamo un servizio di radiologia che funzionava 12 ore al giorno e la ASL FG/1 ha deciso di destinare i due tecnici di radiologia altrove, ridimensionando il servizio che specie durante il periodo estivo costringe dopo le ore 14:00 molti turisti ed anche residenti a recarsi in ospedale per una banale radiografia di controllo;
–    Avevamo un Centro di Ascolto con sede a Vieste per il servizio di Assistenza Domiciliare Integrata con Terapisti, infermieri, personale ota e geriatri e l’hanno chiuso nonostante ci fosse in atto un accordo di programma sottoscritto tra ASL e Comune di Vieste, per riaprirlo poi qualche mese dopo a Vico del Gargano senza offrire agli utenti il servizio domiciliare fisioterapico.
–   
Il Servizio di Eliambulanza sul Gargano è stata una scelta strategica, la classica foglia di “fico” che ha coperto tutti fallimenti di coloro i quali ci hanno raccontato una sanità rimasta solo sulle carte, i nostri Poliambulatori sono carenti in tutto e gli investimenti sono stati quasi nulla in tutti questi anni.

La nascita dell’unica ASL provinciale per noi è stato un vero sollievo, speravamo di contare su una competenza maggiore, ed invece siamo qui a reclamare con forza l’unica cosa che in tutti questi anni ci ha frenati nella protesta e ci ha tenuti uniti tutti.

QUELLA SCIAGURATA DELIBERA N. 2079 DEL 11 LUGLIO 2008 CI OFFENDE TUTTI NELLA DIGNITA’ E NELL’INTELLIGENZA, LEI ASSESSORE E’ L’UNICO CHE PUO’ SCONGIURARE UNA “GUERRA CIVILE” SENZA ESCLUSIONE DI COLPI.

Ordini al dr. Troiano di ripristinare con atti ufficiali condivisi anche dalla Regione Puglia, il SERVIZIO DI ELIAMBULANZA A VIESTE evitando così di mortificare l’esperienza maturata da quei medici della base operativa di Vieste che sono sicuramente preparati ed in grado di stabilire un ricovero da eseguirsi con l’ELISOCCORSO ed un ricovero da eseguirsi con l’ELIAMBULANZA.

Sig. Assessore, La ringrazio a nome del Consiglio Comunale di Vieste per  l’attenzione e la sensibilità che ha voluto riservarci.

                                                                   IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE
                                                                                        Michele MASCIA


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright