The news is by your side.

Pd, Precisazioni sull’articolo di Ondaradio

19

L’arrivo dei Carabinieri impedisce la raccolta firme “no allo scippo dell’Eliambulanza”

 

In riferimento all’articolo “L’arrivo dei Carabinieri impedisce la raccolta firme "no allo scippo dell’Eliambulanza"” è bene precisare quanto segue:

– Da tempo Vieste è stata individuata dalla Direzione Nazionale del PD come tappa del tour nazionale “Salva l’Italia”, la petizione organizzata dal PD in vista della manifestazione nazionale del prossimo 25 ottobre a Roma;

– Il Circolo di Vieste, con un comunicato del 5 agosto, ha promosso l’iniziativa. Subito dopo alcuni frequentatori del blog di ondaradio hanno lanciato l’idea di organizzare, come provocazione, una raccolta di firme in difesa dell’eliambulanza, con il dichiarato intento di boicottare l’iniziativa del PD e di farci “sloggiare” dopo due minuti;

– Abbiamo appreso che gli organizzatori di questa contro manifestazione, per i quali evidentemente la vicenda dell’eliambulanza è solo un pretesto, si sono dati appuntamento la sera del 6 agosto presso la redazione di ondaradio (che non comprendiamo come si possa prestare a certe cose) per organizzare un “comitato spontaneo apolitico”, talmente apolitico che si sono riuniti alla presenza del segretario di Forza Italia Raffaele Zaffarano;

– Questa mattina lo spazio del lungomare Mattei autorizzato per l’iniziativa del PD è stato occupato da alcune persone, notoriamente schierate per i partiti del centrodestra, con il chiaro e manifestato intento di tenere una manifestazione contro il PD;

– Dopo che abbiamo inviato queste persone a spostarsi di qualche metro per consentire il normale svolgimento della nostra manifestazione, uno di loro ci ha risposto dicendo che “loro dovevano stare dove sarebbe arrivato il pullman”;

– Se da parte loro vi fosse stata buona fede avremmo potuto concordare di tenere insieme le manifestazioni; al contrario, tanto è stato evidente il fine strumentale della contro manifestazione, che altri cittadini impegnati negli scorsi giorni nella raccolta delle firme per l’eliambulanza, e presenti questa mattina (come l’Avvocato Nicola d’Altilia), hanno preso le distanze dall’atteggiamento provocatorio tenuto dagli organizzatori della raccolta firme per l’eliambulanza;

– Precisiamo che i Carabinieri sono stati informati dal Comune di Vieste già dal 4 agosto con la notifica dell’autorizzazione rilasciata al PD per tenere la manifestazione, e se non vi fosse stato il drammatico incidente della notte precedente avrebbe dovuto presenziare alla nostra manifestazione per tutta la sua durata.

E’ disdicevole come il centrodestra utilizzi una serie di personaggi in cerca d’autore per strumentalizzare a fini di lotta una vicenda come quella dell’eliambulanza, che dovrebbe invece vedere l’unità di tutte le forze politiche.

Alla chiusura della petizione ho controllato gli elenchi di firme raccolte per la petizione, ed ho provveduto a cancellare la firma dell’avv. Giuseppe Piracci, Presidente del circolo cittadino di Alleanza Nazionale. Questo episodio dimostra la confusione venutasi a creare  a seguito della breve contemporaneità delle due manifestazioni. 

Dal canto nostro garantiamo l’impegno del PD a tutti i livelli, locale e regionale, teso alla tutela di un interesse primario, come è quello della salute, in un contesto il cui obiettivo deve essere il miglioramento della sanità locale (nuove piste attrezzate ed utilizzate anche nelle ore notturne, elisoccorso, ospedale di territorio, maggiori professionalità umane) ed il proseguo di un servizio come quello dell’eliambulanza, in uno spirito di partecipazione e di confronto, anche con i comitati cittadini.

Il Segretario Cittadino       
     Mauro Clemente       

E’ un dato di fatto la raccolta firme non si è potuta tenere perché avete fatto intervenire i carabinieri. Per i permessi…manco il vostro era a posto. PUNTO.
Ora l’unica e vera precisazione da fare è sola una. E spetta a voi del PD.
Siete per il ripristino del servizio di eliambulanza da Vieste o per il Donato Troiano di turno? Ovvero fino a che punto la fede (?) politica può trascendere sui reali bisogni della comunità in cui si vive? Ovvero se siete i garanti delle decisioni dei vertici del partito o interpreti delle richieste e necessità di quei cittadini cui prima o poi andrete anche a chiedere il voto?
Altro che pseudo riunioni che si sarebbero tenuto presso la redazione di Ondaradio… visto che peraltro ci si vede tutti i giorni.
Chissà perché si persevera nella tecnica della distrazione. Anziché perdersi in brutte copie e disquisizioni di bassa lega perché non si va al concreto: fare la battaglia per l’eliambulanza. Una battaglia che pure avevate annunciato di fare, dicendo di aver strappato a Tedesco l’impegno per una mozione in Consiglio regionale. Viste le reazioni dell’assessore regionale con la delegazione viestana, non è che vi siete spiegati male?.
O forse che, più banalmente, al di là delle vostre iniziative è stato deciso da tempo che Vieste dovesse perdere quel servizio.
Noi comunque non molleremo la battaglia per l’eliambulanza. Perché assieme ai tanti che hanno firmato la petizione, inviato fax ed e-mail, al di là delle fedi politiche, noi la scelta l’abbiamo fatta: la salute dei garganici anziché la poltrona del Donato Troiano di turno.
E voi?

ninì delli Santi


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright