The news is by your side.

ALANO DI PIAVE – Eseguita oggi l’autopsia di Mattia

21

Eseguita oggi l’autopsia sul corpo del giovane che ha perso la vita giovedì notte a Vieste di ritorno da una serata trascorsa con gli amici Il Comune proclama il lutto cittadino per Mattia. Ieri le preghiere del parroco e l’annullamento della festa di San Lorenzo. Il sindaco in visita alla famiglia: «Vi siamo tutti vicini».

 

Sarà lutto cittadino, ad Alano di Piave, il giorno in cui si svolgeranno i funerali di Mattia Licini. La data è ancora da definirsi anche se, con ogni probabilità, la cerimonia potrebbe tenersi mercoledì. Mentre stamattina è stata eseguita l’autopsia sul giovane liceale che ha perso la vita tra Vieste e Peschici, nella notte di giovedì mentre era di ritorno da una serata trascorsa con un gruppo di amici.
Nella giornata di sabato, intanto, hanno fatto rientro a casa papà Angelo e mamma Lorena accompagnati dal figlio Enrico che era rimasto ad Alano di Piave e che, saputo del dramma, era corso in Puglia.
A casa è un continuo via via di parenti e compaesani. Non ha mancato di portare il proprio cordoglio il sindaco Fabio Dal Canton che afferma che «sono momenti estremamenti difficili. Qualsiasi parola rischia di risultare ridondante. La mia visita ha voluto essere un gesto di vicinanza. Ma l’intera comunità sta dimostrando affetto e attaccamento alla famiglia Licini».
A testimonianza di ciò l’affettuoso ricordo che ieri il parroco di Alano ha dedicato a Mattia, con delle preghiere, all’inizio e alla fine della messa. E anche, inoltre, la decisione della Schola Cantorum di annullare la tradizionale festa di San Lorenzo, proprio per rispettare il terribile lutto che ha colpito il paese. La prevista consegna delle borse di studio, ai quattro ragazzi che sono stati promossi con il giudizio "ottimo" dalla terza media, si è svolta sempre ieri proprio al termine della funzione religiosa.
Il sindaco Dal Canton non nasconde la propria tristezza. «Ogni morte lascia un enorme vuoto nelle comunità, tanto più in quelle piccole come la nostra dove tutti si conoscono. Ma il dolore è ancora più grande se a lasciarci è un ragazzo, colui che dovrebbe rappresentare il nostro domani».
Il Gazzettino – Belluno –


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright