The news is by your side.

Carpino Folk Festival 08: manifestazione riuscita nonostante la pioggia della serata finale

21

L’edizione di quest’anno ha riempito al massimo della capienza la Piazza del Popolo di Carpino. Quest’anno il Carpino Folk Festival ha compiuto tredici anni. Dal 1996 il Festival ha sicuramente cambiato volto nella formula, ma non ha mai tradito lo spirito e l’identità che fin dall’inizio ne hanno fatto, insieme alla qualità delle proposte artistiche, la fortuna. È una identità, questa, che l’Associazione Culturale Carpino Folk Festival ha conservato gelosamente, e che ancora oggi, assieme al sempre altissimo livello del cartellone, è alla base del suo successo.

Nove sono state le date dall’1 al 9 agosto, 15 esibizioni delle compagnie e dei gruppi per un totale che supera i 160 artisti; ancora 3 laboratori didattici per i giovani musicisti che arrivano a Carpino da tutta l’Italia e anche dall’estero e poi progetti speciali e produzioni originali del festival, un concorso fotografico, una serata di teatro, una tavola rotonda di livello nazionale, proiezioni inedite di Andrea Pazienza, la Notte di Chi Ruba Donne con i concerti della tradizione e l’esibizioni dei Cantori di Carpino. Forte è il rammarico di non aver mostrato causa pioggia lo spettacolo che Teresa dei Sio, che da sempre ama cantare e suonare alla carpinese, aveva preparato insieme ad Antonio Piccininno tutto incentrato sul ritmo dell’identità garganica. Ma soprattutto peccato per non aver consentito ai Cantori di Carpino (in versione ampliata) di chiudere degnamente questa edizione e di salutare a loro modo quanti (tanti) sono giunti sul Gargano per godere dello stato d’animo che ancora la nostra festa paesana sa trasmettere.

Circa 35 tra giornalisti e fotografi accreditati, con presenze anche dalla Svizzera, dalla Germania, dalla Gran Bretagna e dalla Francia.
Servizi televisi su Raiuno, Raitre, Telenorba. Per la stampa ad oggi registriamo articoli sul Corriere della Sera, La Repubblica, la Gazzetta del Mezzogiorno, Il Manifesto, il Mattino e il Quotidiano di Puglia, il Quotidiano di Foggia e l’Attacco. Infiniti i lanci stampa e le testate giornalistiche che si sono occupati del festival. A tal proposito è doveroso ringraziare le agenzie di stampa locali che hanno collaborato con noi: Puntodistella e il suo direttore Piero Giannini, Newsgargano, CorrieredelGargano. GarganoPress, Il Diariomontanaro, Il Grecale, Ondaradio e NewsGargano e Tuttogargano, ma ancora Teleradioerre, RadioManfredonia, RadionewDimension e Telenorba che riproporra interamente la serate del 6 a fine mese Agosto.

Grande successo di pubblico per l’edizione 2008 in media 9500 visitatori al giorno, con il picco di oltre 25.000 raggiunto con il concerto di Capossela per un totale di oltre 82.000 spettatori/attori.
Ottimi risultati che confermano il grande momento di popolarità che sta vivendo il festival della musica popolare e delle sue contaminazioni

Un po di ringraziamenti.
Alla Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco che ne ha concesso il patrocinio alla giornata di riflessione sul patrimonio culturale immateriale, e al Comitato per la promozione del patrimonio culturale immateriale che insieme a noi crede all’impegno concreto e quotidiano delle Comunità e della Società Civile nella tutela dei diritti culturali e nella protezione, trasmissione e valorizzazione sostenibile dei beni immateriali; a tutte le associazioni, istituzioni e singole persone intervenute. Nei prossimi giorni verranno resi pubblici gli atti del Convegno e i risultati raggiunti dai gruppi di lavoro.
A FestAmbiente Sud che insieme a noi ha organizzato la prima rappresentazione teatrale nell’ambito del Carpino Folk Festival, che sicuramente avrà un seguito nei prossimi anni.
Al Gal Gargano artefice della Notte di Chi Ruba Donne. All’Azienda per la Promozione Turistica di Foggia ed in particolare al neo assessore Nicola Vascello per aver creduto in noi e nel progetto F.F.S.S. A tutte le istituzioni dal Mibac, alla Regione Puglia, al Parco del Gargano, alla Comunità Montana del Gargano e al Comune di Carpino che ogni anno finanziano la nostra manifestazione.
A tutti coloro che hanno speso parole buone per la nostra rassegna, ma anche a chi ha evidenziato le carenze organizzative e non solo.
Ai ragazzi che hanno partecipato ai corsi di Danza, Tamburello e Chitarra Battente.
Ai Ricercatori e ai Giornalisti che con tanta pazienza hanno raccontato il nostro festival.
Ai partecipanti al Concorso Fotografico – Premio Rocco Draicchio, riempiteci di foto bellissime.
Ai tecnici che hanno garantito la buona riuscita della manifestazione.
Alla cittadinanza di Carpino per i disagi arrecati.
Alle forze dell’ordine che hanno saputo diligentemente svolgere il loro prezioso lavoro.
Ai Cantori di Carpino ed in particolare ad Antonio Piccininno (nei giorni del festival è uscita una nuova biografia a cura di Salvatore Villani – Antonio Piccininno Cantatore e Raccoglitore dei Canti Popolari di Carpino) per aver avuto parole per tutti i furestieri e per le tante interviste radiofoniche e televisive condotte insieme.
A tutti gli artisti intervenuti ed in particolare a Vinicio Capossela e a Teresa de Sio (fermata dalla pioggia) per aver costruito uno spettacolo ad hoc per il nostro festival.
Ma soprattutto ai volontari che ogni anno spendono le loro vacanze per far divenire il Festival di Carpino come qualcosa di più grandioso dell’idea stessa.
Ci piace chiudere con le parole di un garganico doc:
"Il Carpino Folk Festival è paragonabile ad una calamità naturale, dove sarebbe stupido e presuntuoso pensare di poterla combattere, al contrario, come è giusto fare con la natura e i suoi eventi, bisogna solo farsi da parte e capire che non si può fermare un fiume in piena, ma semmai costruire nuove dighe per sostenere ciò che ormai va ben oltre l’iniziativa di un piccolo paese garganico ricco di cotanta cultura".

Ci proveremo a partire da settembre prossimo rilanciando il Mito di Uria e il Patto Sovracomunale per lo sviluppo ecocompatibile delle cittadine che ruotano intorno al lago di Varano, per il momento arrivederci al Carpino Folk Festival 2009 che si terrà come sempre nella prima decade del mese di Agosto.

Ufficio Stampa Associazione Culturale Carpino Folk Festival – Antonio Basile

www.carpinofolkfestival.com


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright