The news is by your side.

Servizio straordinario ferragosto: cc arrestano 7 persone in provincia tre a Vieste

20

Sono sette le persone arrestate in provincia di Foggia dai carabinieri nel corso di un servizio straordinario del territorio predisposto in occasione della festività del 15 agosto. Si tratta di Michele Mansi, 26 anni di San Giovanni Rotondo, ammanettato con l’accusa di rapina a mano armata e lesioni personali. Il giovane ieri pomeriggio è entrato in una farmacia di via Roma del centro garganico e ha minacciato con un taglierino la commessa dell’esercizio commerciale chiedendo il contenuto del registratore di cassa. In quel momento è arrivato il titolare della farmacia, ne è nata una breve colluttazione. Il malvivente nel tentativo di fuggire ha fatto cadere la moglie del titolare che ha riportato ferite guaribili in sette giorni. L’uomo è fuggito con 900 euro. Successivamente è stato bloccato mentre stava rientrando a casa. Nella sua abitazione i carabinieri hanno trovato e sequestrato anche un grammo di eroina e uno di cocaina, oltre a 350 euro. Tre, invece, gli arresti messi a segno a Vieste. Si tratta di Matteo Detto, di 33 anni, Riccardo Masciavè di 21 anni (ai domiciliari) e un ragazzo di 17 anni. I tre, tutti di Cerignola, sono accusati di aver tentato di rubare una motocicletta di proprietà di un cuoco di Foggia. Infine a Lucera, invece, ammanettati con l’accusa di rissa Marco Porro, 20 anni, Michele Massariello di 35 e Antonio Russo di 47 anni. I tre, a causa della rissa hanno riportato varie ferite causate da bottiglie rotte utilizzate come armi: il primo, ha riportato una ferita al torace ed è stato ricoverato in prognosi riservata nel reparto di chirurgia toracica degli Ospedali Riuniti di Foggia, mentre gli altri due sono stati giudicati guaribili in otto giorni.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright