The news is by your side.

Lo sport garganico non sfigura accanto alla medaglia olimpica

20
L’amministrazione vichese ha premiato le società sportive dilettantistiche del territorio alla presenza di Francesco D’Aniello, secondo a Pechino nel double trap. Assegnato un riconoscimento anche a Ondaradio

"Sacrificio" e "passione" sono le parole che alimentano il movimento sportivo dilettantistico, troppo spesso lontano dai riflettori. A dare la giusta visibilità ai tanti dirigenti, tecnici e atleti di casa nostra ci ha pensato l’amministrazione comunale vichese con il Gran Galà dello sport del Gargano, svoltosi mercoledì 20 agosto in piazza san Domenico.

Il giornalista della Gazzetta del Mezzogiorno, Antonio Villani, conduttore della serata, ha più volte ripetuto l’espressione "Non solo calcio" per ricordare alla platea che sono tante le discipline in cui si cimentano i nostri atleti. Ai rappresentanti delle società di pallavolo, badmington, tiro con l’arco, tennis, ciclismo, karate, corsa, danza, oltre che calcio, selezionate dall’organizzazione, è stata consegnata una targa ricordo come premio per l’impegno profuso e per i risultati raggiunti.

L’ospite d’onore della serata è stato Francesco D’Aniello, fresco vincitore della medaglia d’argento nella specialità "Double trap" alle Olimpiadi di Pechino. Timido ma raggiante di gioia, è più volte salito sul palco per ricevere la coppa-ricordo e la degna razione di applausi dalla folta platea che ha assistito alla serata. E quando sul maxi-schermo sono passate le immagini in cui, in lacrime, festeggiava il risultato appena ottenuto, dalla tasca ha estratto la medaglia che con tanto orgoglio ha messo al suo collo. In quel momento gli applausi si sono tramutati in un autentico boato!

Grande affetto è stato riservato anche a Gianni Pirazzini, vecchia gloria del Foggia di Oronzo Pugliese che negli anni ’70 hamilitato in serie A. "Il calcio dilettantistico è una risorsa da non trascurare – ha detto Pirazzini – tant’è che il Foggia Calcio vuole stringere rapporti con tutte le società dilettantistiche della provincia per poter instaurare un rapporto di scambio proficuo per entrambi. Come dire -ha concluso-, vogliamo gettare le basi per formare il Foggia di foggiani."

Un premio speciale è stato assegnato a Francesco Cannarozzi di Ischitella per il gesto di fair-play nel corso di Lucera-Corato quando, solo davanti alla porta ha evitato di insaccare vedendo un avversario a terra nell’area piccola. L’episodio ha avuto rilevanza nazionale con la pubblicazione del video sul sito internet della Gazzetta dello Sport. Francesco D’Aniello è rimasto colpito da quelle immagini: "Questa medaglia vale molto ma sono questi i veri gesti che fanno di un atleta un vincitore".

[Guarda il video]

Targhe ricordo sono state consegnate anche ai volontari della Protezione Civile, sia della locale sezione che a quelli giunti dalla Regione Piemonte, ad Alessandro Potenza, l’apricenese che gioca in serie A con il Genoa e al ballerino di musica popolare Michele Mangano.

Per la costanza con cui pubblicano le notizie sulle gesta degli atleti del Gargano sono state premiate tre testate giornalistiche: la Gazzetta del Mezzogiorno, Apricena Racconta ed Ondaradio.

Ad assistere alla serata c’era il sindaco di Vico, Luigi Damiani, il delegato allo sport dell’amministrazione vichese nonchè ideatore e curatore della serata, Nicola Scicscio, il presidente del Coni provinciale, Antonio Lapollo, e l’assessore regionale alla solidarietà, politiche sociali e flussi migratori, Elena Gentile.

L’intera serata è stata ripresa dalle telecamere dell’emittente televisiva foggiana TeleBlu e sarà trasmessa alle 21 del 5 settembre e in replica a mezzanotte del giorno successivo.

Sandro Siena


Intervista a Francesco D’Aniello
{mp3}sport/20080820_francesco_daniello{/mp3}

 


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright