The news is by your side.

Per il nuovo Prefetto sicurezza al primo posto

18

"Entro 15 giorni convocherò un comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica al quale parteciperanno rappresentati ministeriali". Lo ha affermato questa mattina il neo prefetto di Foggia Antonio Nunziante nel corso di una conferenza indetta con i giornalisti.  "Nei giorni scorsi il ministero dell’interno e il dipartimento di PS mi ha informato sulla situazione in Capitanata e in particolare sulle misure scattate dopo le recenti scarcerazioni. ‘In seguito – ha detto Nunziante – verificheremo i risultati. A breve, probabilmente fra una quindicina di giorni – ha poi annunciato – faremo il punto con una riunione del Comitato dell’ordine e della sicurezza. Ogni provincia ha i suoi problemi, un tipo di criminalità diversa. La sicurezza è qualcosa di eterogeneo che va adattata alla provincia in cui noi operiamo. "Indubbiamente – ha proseguito Nunziante – sono situazioni molto particolari quelle che si registrano in Capitanata , ma prima di andar via dalla Prefettura di Forlì-Cesena, ho incontrato molti industriali e imprenditori interessati alla Puglia e nello specifico alla realtà foggiana. Spero – ha aggiunto – di poter al più presto ospitare queste persone. Questi industriali e imprenditori se vengono ad investire in questa terra lo fanno dopo aver effettuato uno studio accurato del territorio". Sempre secondo Nunziante per poter permettere a Foggia e alla sua provincia di fare un salto di qualità occorre fare sistema, rispettando le prerogative di ciascuno di noi. "Tutti – ha ribadito – devono contribuire, a cominciare dal comune. A breve spero di incontrare il Procuratore Russo per avere un colloquio con lui. Loro rappresentano un potere dello Stato, ma anche il Governo, che io rappresento, è un potere dello Stato. Il prefetto ha poi toccato il tema dell’emergenza idrica ‘che – ha detto – abbiamo già iniziato ad affrontare’. E riguardo alla situazione dell’ambiente ha detto che presto informerà il ministero sulla situazione che ha trovato, ‘anche per quanto riguarda Borgo Mezzanone, dove – ha detto – siamo passati da circa 400 presenza a oltre 1.028′. Poi l’attenzione si è spostata sulla questione sicurezza dei cittadini, con l’installazione a Foggia, ma anche a San Severo e Cerignola di sistemi per la videosorveglianza. "Questo – ha detto – è un tema che mi sta particolarmente a cuore. I cittadini devono stare tranquilli che sarà rispettata la privacy e poi in questo modo vengono filmate tutte le azioni delittuose che vengono commesse formando così le prove da portare ai magistrati". Uno scoglio imminente da superare per il Prefetto Nunziante riguarda lo stadio comunale Pino Zaccheria di Foggia, giudicato, per il momento ancora inagibile. "Ieri – ha detto il Prefetto – ho incontrato il Questore e la situazione qui a Foggia è molto delicata. Domani – ha concluso – ci sarà un incontro tra i miei uffici e quelli comunali per capire lo stato dell’opera, altrimenti si rischia di giocare a porte chiuse’.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright