The news is by your side.

Allarme criminalità il prefetto Grattieri al vertice in prefettura

21

Sarà il prefetto Francesco Gratteri, al vertice della direzione centrale anticrimine della Polizia che accorpale strutture investigative a presiedere venerdì in Prefettura la riunione straordinaria del comitato provinciale, per la sicurezza pubblica.. Con Gratteri – già questore di Bari e uomo di punta nelle indagini sul campo contro mafia, camorra e ‘ndrangheta – si parlerà della situazione della criminalità in generale a Foggia e provincia con un occhio di riguardo al Gargano dopo l’allarme suscitato dalle scarcerazioni – tra giugno e luglio scorso – per decorrenza termini di 10 imputati del maxi-processo alla mafia garganica, tra cui presunti boss e presunti killer; e dopo l’omicidio dell’ex poliziotto Antonio Di Iasio assassinato a Macchia, vicino Monte Sant’Angelo, il 2 agosto scorso, il primo omicidio di mafia nella zona dopo cinque anni di tregua. La presenza di Gratteri è un ulteriore segnale dell’attenzione dei vertici della Polizia sulla situazione criminale nel Foggiano. La mattina del 2 agosto il sottosegretario all’interno, l’on. Alfredo Mantovano, sull’onda dell’allarme suscitato dal «caso scarcerazioni», aveva annunciato la nascita di una squadra investigativa speciale sul Gargano – composta da squadra mobile foggiana, colleghi della sezione criminalità organizzata della squadra mobile barese, agenti del commissariato manfredoniano e colleghi del servizio centrale operativo di Roma – per «prevenire e contrastare la riorganizzazione delle bande criminali». Poche ore dopo l’annuncio di Mantovano, veniva ucciso in un agguato di mafia l’ex poliziotto Di Iasio. Dopo due giorni in città arrivava da Roma il dirigente superiore della polizia Gilberto Caldarozzi, capo dello «Sco», per presiedere la prima riunione del nuovo pool investigativo (senza ovviamente dimenticare le centinaia di carabinieri che operano sull’intero Promontorio).
Lo stesso neo prefetto di- Foggia Antonio Nunziante, insediatosi il 18 agosto, aveva annunciato una riunione straordinaria del comitato per la sicurezza pubblica (l’intenzione era quella di tenerla a Manfredonia o Monte Sant’Angelo) con i vertici della Polizia per parlare del «caso Gargano». Venerdì mattina in Prefettura si ritroveranno i prefetti Gratteri e Nunziante, il questore e i comandanti di carabinieri e Guardia di Finanza.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright