The news is by your side.

Vieste, eliambulanza: il sindaco Nobile chiede a Vendola un incontro urgente

22

Caro Presidente,
a partire dal prossimo 11 settembre si intende decretare la soppressione del servizio di Eliambulanza attivato con base a Vieste.
Mi corre l’obbligo di rappresentarLe il mio, e delle comunità da me rappresentate, più assoluto dissenso nonché vivissimo sconcerto, nei confronti di una determinazione che, se attuata, infliggerà un colpo letale alla tutela del diritto alla salute delle popolazioni nord-garganiche. Non trovo –da medico professionista forgiata da una lunga esperienza sul campo, nonché dal conforto di articolati e numerosi pareri di colleghi medici e paramedici- per nulla persuasive le ragioni addotte dal Direttore Generale e dai Dirigenti dell’Asl FG1 alla base di tale soppressiva quanto infausta determinazione, perché se è pur vero che l’elisoccorso rappresenta un miglioramento del servizio sanitario, lo stesso non può confondersi -fino a sopprimerne l’esistenza- con un servizio di eliambulanza suffragato da comprovata ed insostituibile prontezza di intervento nei casi più urgenti e delicati su un territorio, che, Le sottolineo opportunamente, nei mesi estivi è popolato da centinaia di migliaia di vacanzieri e durante il resto dell’anno conta oltre 60mila abitanti.
A nulla sembra esser valsa la mobilitazione di un territorio, le migliaia di fax di protesta indirizzati all’assessorato alla sanità della Regione Puglia ed alla Asl FG1 per evitare detto sciagurato esito che la cittadinanza avverte come un indebito sopruso e che avrà il certo risultato di abbassare oltre il livello di guardia gli standard già precari di assistenza sanitaria operante in queste zone.
Al riguardo, al fine di scongiurare detta, sottolineo “sciagurata” evenienza di un territorio spogliato di un servizio di Eliambulanza attivato per far fronte alle sue carenti ed endemiche caratteristiche infrastrutturali ed all’assenza di presidi ospedalieri ad accettabile distanza, Le chiedo a pochi giorni dal decorrere dell’infausto termine, un incontro urgente per rappresentarLe le sacrosante ragioni a supporto del mantenimento dell’indispensabile servizio a tutela di un diritto della salute da Lei stesso invocato “universalmente” a servizio di ogni persona.

Certa di un Suo cortese e celere riscontro, colgo occasione per salutarLa distintamente.

     Vieste, il giorno 1 settembre 2008

                        Il Presidente del Comitato dei Sindaci del Gargano nord
                                Sindaco di Vieste
        Dr.ssa Ersilia NOBILE


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright