The news is by your side.

Medaglia d’oro a Peschici, Vico e Vieste per gli aiuti durante il rogo

21

A Peschici, Vico del Gargano e Vieste sarà conferita la medaglia al valor civile. Il Presidente della Repubblica ha, infatti, interessato – come si legge nella nota della segreteria della Presidenza della Repubblica al Prefetto – la competente commissione ministeriale, alla quale spetta la formalizzazione dell’atto. E’ un riconoscimento morale nei riguardi delle popolazioni dei tre Comuni, le quali, in occasione dei devastanti incendi che colpirono il Gargano, in modo particolare le tre località, dimostrarono tutta la loro abnegazione e senso civico e morale per le coraggiose iniziative di  salvataggio che hanno posto in essere sia a terra che a mare, sprezzanti del pericolo che incombeva minaccioso sulle loro vite.
Si conclude, dunque, positivamente l’iniziativa del parlamentare Angelo Cera (Udc), promotore della petizione “tesa ad ottenere, appunto, un riconoscimento in favore delle popolazioni dei tre Comuni”, i cui territori furono interessati dagli incendi dello scorso anno che provocarono un disastro ambientale di proporzioni inaudite, ma soprattutto la morte di tre anziani, due dei quali fratelli; petizione sottoscritta da ben centoventi parlamentari, molti dei quali non meridionali e di tutti gli schieramenti politici. Insomma una questione che si va risolvendo.
A Cera la notizia che il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, aveva accolto l’appello di deputati e senatori a favore delle popolazioni garganiche, gli è stata comunicata dal prefetto vicario, Michele Di Bari.
Il parlamentare garganico aveva bruciato i tempi, auspicando che il provvedimento del Presidente della Repubblica potesse esserci in concomitanza con l’anniversario del doloroso avvenimento, appunto, il 24 luglio; evidentemente, non è stato possibile far coincidere i due momenti. “Nessun rammarico da parte mia e dei colleghi parlamentari – spiega Cera – aggiungendo che importante è che sia stato riconosciuto alle tre comunità garganiche di aver dato esempi di abnegazione, mettendo a rischio, in alcuni casi, anche la propria vita, pur di offrire un aiuto a migliaia di persone che, in quelle drammatiche ore, vissero un’esperienza che, certamente, resterà indelebile”.
La notizia è arrivata anche ai sindaci Domenico Vecera (Peschici), Luigi Damiani (Vico del Gargano), Ersilia Nobile (Vieste) i quali, naturalmente, l’hanno accolta con entusiasmo, anche perchè, in quelle drammatiche ore, la macchina amministrativa fu mobilitata in tempi rapidissimi e, proprio grazie a tutto ciò, fu possibile organizzare i soccorsi, garantendo servizi di trasporto da una località all’altra, in particolare, reperire, in poche ore, le strutture ricettive per dare ospitalità alle migliaia di persone, molte delle quali bambini e anziani.
Certamente, quando ci sarà l’ufficializzazione del riconoscimento non mancheranno iniziative comuni per ricordare quegli eventi, ma soprattutto per ricordare tutti quei cittadini che, spontaneamente, operarono nel silenzio e che, una volta superati i momenti critici, tornarono nell’anonimato.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright