The news is by your side.

Peschici/ CALENA: SI VA VERSO LA SOLUZIONE?

20

Da fonti vicine alle parti interessate, veniamo a conoscenza che sembra stia per raggiungersi un accordo – che definire storico sembra riduttivo – fra la proprietà della ultramillenaria Abazia di Calena (872 d.C.), la famiglia Martucci, e l’Amministrazione comunale di Peschici sulla destinazione del cenobio benedettino. Questa “prima” conclusione scaturirebbe da un incontro avuto fra due dei quattro eredi della famiglia (che dovrebbero ora confrontarsi con i due assenti) e la maggioranza di governo della cittadina garganica, sindaco in testa, alla presenza dell’arcivescovo di Manfredonia-Vieste-San Giovanni Rotondo, mons. D’Ambrosio. Pare che la proprietà si sia decisa a trasferire in concessione alla comunità peschiciana parte della proprietà. Presumiamo debba ritenersi quella afferente alle due chiese ormai in rovina. Se l’accordo venisse raggiunto, si potrebbero attivare tutte le procedure per l’ottenimento di finanziamenti europei (Obiettivo Uno, ultima chance), mirati al recupero e al successivo restauro, recuperabili dall’inserimento del progetto nel programma di “Area Vasta-Capitanata 2020”, pari a circa tre milioni e mezzo di euro, raggiungendo così l’obiettivo che il Centro Studi Martella – guidato dalla sua presidente prof. Teresa M. Rauzino – persegue da oltre un decennio. Obiettivo supportato questa volta dalla ferma volontà del Municipio peschiciano di risolvere finalmente l’annosa questione.

Con lo stesso beneficio d’inventario comunichiamo il laconico commento dell’Arcivescovo, nella cui diocesi ricade il bene architettonico abbandonato a se stesso: “Miracolo!” Sempre secondo la fonte cui si accennava, un secondo incontro fra le parti – si spera definitivo – dovrebbe aversi venerdì prossimo per la firma della Convenzione. Il lunedì successivo, inoltre, si metterebbe in cantiere una seduta di Consiglio comunale straordinaria per rendere il tutto esecutivo.

Mai come in questa occasione vale il detto: “Chi vivrà, vedrà!”

Piero Giannini (www.puntodistella.it)


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright