The news is by your side.

Vieste, Cesa chiude convention UdC

20

Sulla riforma della legge elettorale per le europee, con la eventuale eliminazione del voto di preferenza, ‘si gioca una battaglia di libertà per il Paese e la possibilità di fermare, o rendere irreversibile, la deriva antidemocratica che serpeggia’. Lo ha detto il segretario dell’Udc, Lorenzo Cesa, concludendo a Vieste una iniziativa in favore della partecipazione delle donne alla vita politica. ‘Il tentativo di eliminare il voto di preferenza anche alle elezioni europee, dopo averlo fatto a quelle politiche – ha detto – diviene una sorta di spartiacque, un limite invalicabile’. Secondo Cesa ‘quando il cittadino elettore guadagna potere la democrazia è salda e si arricchisce. Quando, al contrario, il cittadino lo perde a favore delle oligarchie di partito, ognuno di noi è tenuto a reagire con la massima energia’. Cesa individua, però qualche segnale incoraggiante visto che ‘molti esponenti politici del centrodestra, in dissenso dagli organi di scuderia di Palazzo Chigi, si stanno esponendo a difesa del voto di preferenza, come ad esempio il sindaco di Roma, Gianni Alemanno’.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright