The news is by your side.

Pianificazione Strategica Area Vasta: i contributi elaborati dalla Provincia

18

‘La Provincia di Foggia presenta oggi il suo contributo alla pianificazione strategica di area vasta. Tra i progetti elaborati dall’Amministrazione provinciale, spiccano quelli relativi alla Strada Regionale 1 Poggio Imperiale-Candela ed al completamento della Strada a Scorrimento Veloce del Gargano (nel tratto Vico del Gargano-Peschici-Vieste). Sono queste le due schede che più di tutte, nel campo della mobilità, rappresentano la cifra della volontà di rendere interconnessi i diversi piani strategici e di legare il sistema dei trasporti alla valorizzazione del turismo. ‘E’ possibile dire – aggiunge l’assessore Di Gioia – che soprattutto all’interno del Piano Strategico ‘Capitanata 2020’ l’asse ‘Reti e Mobilità’ sia di fatto la fase esecutiva del Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale, che ha delineato le linee generali delle esigenze della provincia di Foggia’. Le reti principali sulle quali la Provincia ha elaborato le proprie schede progettuali sono state infatti inserite nel Piano ‘Capitanata 2020’ come ‘dorsali dello sviluppo’. ‘Con orgoglio – prosegue l’assessore alla Programmazione – possiamo anche dire di aver saputo cogliere nella sfida della pianificazione strategica un’occasione per riaprire un serio dibattito sul trasporto aereo in Capitanata, partendo dalle potenzialità del ‘Gino Lisa’, ma senza chiusure rispetto al confronto sull’individuazione di soluzioni complementari allo scalo di Foggia’. Attenzione è stata poi riservata al comparto turistico, che costituisce uno dei punti di forza del ‘sistema Capitanata’. Tra le schede elaborate dalla Provincia, spiccano infatti quelle relative al recupero dei tratturi della transumanza e alla valorizzazione delle cosiddette ‘attività all’aperto’ (trekking, orienteering); oltre alla costruzione di itinerari turistico-culturali come la via Sacra Longobardorum. Particolare importanza rivestono anche gli interventi ipotizzati per arginare i fenomeni di dissesto idrogeologico che stanno interessando il Subappennino Dauno e l’inserimento – avvenuto proprio su impulso dell’Amministrazione provinciale – della questione connessa alle reti idriche all’interno dei Piani Strategici ‘Capitanata 2020’ e ‘Monti Dauni’. La Provincia di Foggia ha svolto in questo settore un ruolo di strategico raccordo tanto con l’Acquedotto Pugliese quanto con il Consorzio della Bonifica della Capitanata; non soltanto nella prospettiva della realizzazione di nuovi invasi, ma anche per ciò che attiene il potenziamento delle reti già esistenti ed il recupero delle acque reflue. Si tratta di una materia imprescindibile soprattutto nell’ottica di un significativo potenziamento del comparto agricolo della provincia di Foggia. In campo energetico, due schede progettuali riguardano l’elaborazione di studi di fattibilità per lo sviluppo dello sfruttamento delle biomasse come fonti energetiche e per lo sfruttamento dell’energia geotermica; mentre nel settore ambientale va sottolineata l’idea di realizzare l’Osservatorio Provinciale Elaborazione Ricerche Ambientali (O.P.E.R.A.). ‘Quello che abbiamo presentato oggi – aggiunge Di Gioia – è il frutto di un lungo ed articolato lavoro, per il quale voglio ringraziare il prezioso contributo fornito da ciascun assessorato e dalla dirigenza dell’Ente. Il risultato ottenuto è stato positivo proprio perchè è stata la sintesi, grazie alla guida politica del presidente Antonio Pepe, dell’attività di ogni assessore provinciale. Ovviamente – conclude l’assessore alla Pianificazione Strategica – si tratta di un lavoro di progettazione che ora attende riposte concrete da parte della Regione Puglia, cui spetta il compito di accogliere e recepire fino in fondo le esigenze del nostro territorio’.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright