The news is by your side.

Sostituzione di troiano, muro del PD

20

Tutti alle grandi manovre: “Un manager della Asl da fuori Capitanata? Non se ne parla”

 

 Il Pd pronto a dare battaglia sulla nomina del prossimo direttore generale della Asl di Foggia e sulla vicenda delle dimissioni dell’ex commissario Donato Troiano, che la giunta regionale guidata da Vendola non sembra intenzionata a riconfermare alla guida dell’azienda sanitaria.
Contro questa ipotesi ma soprattutto contro l’idea che alla presidenza della azienda sanitaria della Provincia di Foggia possa arrivare un manager di un’altra provincia pugliese, il Pd alzerà le barricate. Non è escluso che di qui alle prossime ore il segretario provinciale, Paolo Campo si rechi a Bari per un incontro con Vendola e con l’assessore regionale alle Politiche della Salute, Alberto Tedesco per rivendicare il ruolo che la Capitanata deve avere in questa nomina.
Troiano, la cui nomina è a rischio dal luglio scorso, sabato a sorpresa si è dimesso anticipando un’eventuale defenestrazione. In una lettera inviata Tedesco giustifica le sue dimissioni con la volontà di lasciare al governo regionale il tempo per decidere sul prossimo direttore. In realtà Troiano avrebbe annusato l’aria e compreso che gli spazi di manovra per lui a Bari si eran ridotti al lumicino. Di qui il gesto di sabato scorso.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright