The news is by your side.

Sannicandro/ Un bluff la rete “Wireless” promossa dalla Comunità Montana

18

E’ diventato un vero e proprio caso l’attivazione della rete wireless pubblica gratuita promossa dalla Comunità Montana nei comuni del promontorio. Inefficienze sono state rilevate anche in altri centri garganici, in realtà, facendo registrare malumori e-proteste per il progetto di cablaggio del promontorio garganico che pare fortemente ridimensionato nelle sue ambizioni dallo scadente risultato conseguito. I sannicandresi si sono ricreduti piuttosto in fretta registrando un diffuso disservizio. Pochissime le zone coperte dalla rete, infatti, esclusivamente in prossimità delle tre antenne posizionate su edifici pubblici (sede comunale di via Nino Rota, Palazzo Zaccagnino in corso Garibaldi e biblioteca comunale in piazza Castello) mentre sulla maggior parte del territorio sannicandrese non è attiva nessuna rete pubblica. Inutile ogni tentativo di connessione, della rete Wdcnet non c’è traccia. I sannicandresi ora pretendono risposte soprattutto l’individuazione dei responsabili. Intanto, i tecnici del Comune hanno sollecitato una verifica sul territorio sannicandrese alla Comunità Montana e pare che già dalla prossima settimana la situazione dovrebbe cambiare, sostenendo che il mancato funzionamento della rete a San Nicandro sia dovuto ad un guasto all’antenna posizionata sulla biblioteca civica ed alla bassa potenza assegnata alle antenne. Ma i più ritengono insufficienti le tre antenne poste in zone anche piuttosto ravvicinate tra loro, distribuite in maniera poco razionale sul territorio comunale. Fa discutere, inoltre, anche la mancata installazione di un’antenna in una zona periferica, presso il santuario di San Giuseppe, che avrebbe garantito una copertura maggiore, a vantaggio anche delle zone rurali e delle zone artigianali fino a Torre Mileto.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright