The news is by your side.

Vendita di luce e gas nei supermercati

14

L’ultima novità arriva dall’Eni, che nei giorni scorsi ha avviato un piano per aprire 200 negozi marchiati Eni Energy Store (arriveranno a 400 nel giro di qualche anno) allo scopo di vendere forniture di energia.

 

Si parte da San Donato Milanese, la città dell’Eni, poi toccherà a
Emilia Romagna, Lombardia, Sicilia, Puglia, e via via alle altre regioni.

Una strategia indicativa della nuova direzione assunta dagli operatori
del settore, che puntano sempre più ai tradizionali luoghi di consumo
per conquistare nuovi clienti. L’attenzione è rivolta soprattutto ai
supermercati dove, tra alimenti e prodotti per la casa, è facile
imbattersi in corner dell’ energia nei quali vengono presentate le
offerte per l’utenza domestica.

Mpe ha siglato un accordo per la fornitura di servizi nei punti vendita
Finiper. L’offerta prevede uno sconto del 4,7%, più 15 euro di buono
spesa. A fine estate è partita anche l’offerta di Iperenergia Eco, che
utilizza energia prodotta esclusivamente da fonti rinnovabili
idroelettriche ed eoliche, è certificata e prevede un esborso per la
componente energia di 0,1055 euro a kWh, bloccato per 24 mesi, più un
bonus di una settimana gratis. Italcogim Energia ha siglato, invece, un
accordo con Auchan per proporre nei suoi punti vendita Luce&Calore.
offerta che prevede uno sconto del 5% su luce e gas (con un buono spesa
di l0 euro per i titolari di carta Auchan-Accord o di Mastercard-Accord.
Sorgenia, invece, nei punti vendita di Media World e Saturn offre uno
sconto del9% per bollette bimestrali superiori a 80 euro.

Le procedure per diventare clienti durante la spesa al supermarket sono
semplici e, proprio per questo, possono indurre in errore i consumatori
meno attenti: basta recarsi in uno dei punti vendita in cui è attivo il
servizio, presentare un documento d’identità, il codice fiscale e
l’ultima bolletta. Il venditore proporrà la propria offerta e sarà
sufficiente firmare per aderire, mentre tutte le pratiche burocratiche
saranno a carico dell’operatore.

Prima di lasciarsi convincere, occorre ricordare che gli annunci
promozionali tendono a mettere in risalto gli aspetti più attraenti del
contratto, ma non dicono tutto. Se non si ha tempo a sufficienza, meglio
limitarsi a raccogliere il materiale informativo, chiedere chiarimenti
ai venditori e leggere attentamente le condizioni a casa propria. Solo
dopo si può decidere, eventualmente, di firmare.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright