The news is by your side.

Concorso ufficiali Guardia di Finanza

19

Il bando riguarda l’arruolamento di 25 Tenenti in servizio permanente effettivo del ruolo tecnico-logistico-amministrativo.

 

La Gazzetta Ufficiale nr. 87 – (4^ Serie Speciale del 07 novembre 2008) pubblica le norme del bando di concorso, per titoli ed esami, relativo all’arruolamento di 25 Tenenti in servizio permanente effettivo del ruolo tecnico-logistico-amministrativo del Corpo della Guardia di Finanza.

I posti disponibili sono ripartiti tra le seguenti specialità:
1) amministrazione: nr. 5 posti;
2) commissariato: nr. 1 posto;
3) telematica: nr. 5 posti;
4) infrastrutture: nr. 4 posti;
5) motorizzazione: nr. 2 posti;
6) sanità: nr. 5 posti;
7) veterinaria: nr. 1 posto;
8) psicologia: nr. 2 posti.

È possibile concorrere per una sola specialità.

Le domande di partecipazione potranno essere presentate a mano o inviate con raccomandata a.r. al Comando Provinciale del Corpo del Capoluogo di Provincia nella cui circoscrizione l’aspirante risiede improrogabilmente entro il termine perentorio del 09 dicembre 2008. La domanda dovrà redigersi esclusivamente su apposito modello, riproducibile anche in fotocopia, disponibile presso tutti i Comandi del Corpo nonché sul sito internet www.gdf.it, nella sezione relativa ai concorsi.

Possono partecipare al concorso i cittadini italiani che:
a. alla data del 1° gennaio 2008, non abbiano superato il 32° anno di età;
b. siano in possesso dei diritti civili e politici;
c. non siano stati destituiti, dispensati o dichiarati decaduti dall’impiego presso una pubblica amministrazione, ovvero prosciolti, d’autorità o d’ufficio, da precedente arruolamento nelle Forze armate o di polizia;
d. non siano ammessi a prestare il servizio civile nazionale quali obiettori di coscienza, ovvero abbiano rinunciato a tale status, ai sensi dell’art. 15, comma 7-ter, della legge 8 luglio 1998, n. 230; e. non siano stati dimessi, per motivi disciplinari o per inattitudine alla vita militare, da accademie, scuole, Istituti di formazione delle Forze armate e delle Forze di polizia dello Stato;
f. non siano imputati, non siano stati condannati, ovvero non abbiano ottenuto l’applicazione della pena ai sensi dell’art. 444 del codice di procedura penale per delitti non colposi, né siano o siano stati sottoposti a misure di prevenzione e sicurezza né si trovano in situazioni incompatibili con l’acquisizione ovvero la conservazione dello stato di Ufficiale del Corpo della Guardia di Finanza;
g. siano in possesso delle qualità morali e di condotta stabilite per l’ammissione ai concorsi della magistratura ordinaria. L’accertamento di tale requisito viene effettuato d’ufficio dal Corpo della Guardia di Finanza;
h. qualora già sottoposti a visita di leva, non siano stati riformati in quella occasione o successivamente ad essa.

I suddetti requisiti, ad eccezione di quello di cui alla lett. a), devono essere posseduti alla scadenza del termine ultimo previsto per la presentazione della domanda e mantenuti fino all’incorporamento, pena l’esclusione dal concorso.

Tutti i candidati, alla data di scadenza del termine ultimo per la presentazione della domanda, devono essere:
a. in possesso di un diploma di laurea ovvero di laurea specialistica o di laurea magistrale o titolo equipollente (con esclusione, quindi, delle lauree c.d. “triennali” o “di I livello”), tra quelli indicati negli allegati al predetto bando di concorso.
Sono considerati validi i titoli di studio conseguiti all’estero, sempreché riconosciuti dal Ministero dell’università e della ricerca. Allo scopo, alla domanda di partecipazione deve essere allegata la relativa attestazione di equipollenza ovvero dichiarazione sostitutiva ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica nr. 445 del 28.12.2000;
b. se concorrenti per la specialità “sanità”, “veterinaria” o “psicologia”, iscritti, rispettivamente, iscritti all’albo dei medici-chirurghi, dei veterinari o degli psicologi;

Non si applicano gli aumenti dei limiti di età previsti per l’ammissione ai pubblici impieghi.

Lo svolgimento del concorso prevede:
a. una prova preliminare (test logico-matematici e culturali);
b. una prova scritta di cultura tecnico-professionale;
c. accertamento dell’idoneità psico-fisica;
d. accertamento dell’idoneità attitudinale al servizio incondizionato nella Guardia di Finanza, in qualità di Ufficiali in servizio permanente effettivo del ruolo tecnico-logistico-amministrativo;
e. una prova orale;
f. una prova facoltativa di una lingua straniera;
g. valutazione dei titoli di merito;
h. una visita medica di incorporamento.

I candidati utilmente collocati nella graduatoria unica di merito del concorso sono nominati tenenti del ruolo tecnico-logistico-amministrativo, iscritti in ruolo nell’ordine della graduatoria stessa e avviati alla frequenza di un corso di formazione della durata non inferiore a sei mesi.

Qualora taluno dei posti non possa essere ricoperto per mancanza di candidati idonei in una o più specialità, le unità disponibili potranno essere compensate, secondo le esigenze dell’Amministrazione, tra le altre specialità a concorso.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright