The news is by your side.

Occhi puntati su Foggia-Benevento, ancora un big-match per i satanelli

19

Contro i campani servirà il carattere che ha contraddistinto le sei precedenti sfide casalinghe. Ormai da tre giornate consecutive il Foggia è chiamato ad affrontare il match più atteso della domenica e per questa occasione allo “Zaccheria” arriverà il forte Benevento. Un solo punto divide le due formazioni in classifica, per una gara da non perdere ed aperta a qualsiasi risultato. Cammino altalenante per i giallo-rossi, partiti assieme al Perugia come grandi favorite alla vittoria finale del torneo, ma qualche meccanismo messo in atto dal tecnico Papagni non ha ben funzionato, convincendo poco la piazza dal punto di vista del gioco. Malumori comunque stemperati dopo il doppio impegno casalingo che ha preceduto la difficile trasferta di Foggia. Quattro punti raccolti affrontando prima il Real Marcianise, uno a uno il risultato e poi il Foligno, questa volta terminata con una vittoria per due a uno; punti che han dato ossigeno ai campani e che han permesso loro di non perdere troppo terreno dalle zone alte della classifica.
Dopo la promozione in prima divisione dello scorso anno, il presidente Vigorito ha dato vita ad una campagna acquisti di tutto rispetto. Un colpo su tutti è stato quello di Felice Evacuo, bomber di sicuro affidamento ma che sfortunatamente i giallo-rossi non sono ancora riusciti ad utilizzare, visto il grave infortunio rimediato lo scorso Agosto in Coppa Italia contro la Lazio. In assenza del calciatore nativo di Pompei, non male è il reparto avanzato, il terzo in campionato con 17 reti all’attivo. Clemente con sei gol è il capocannoniere del girone, poi Castaldo tre reti che non ha bisogno di presentazioni e l’argentino Bueno con due marcature.
L’ex di turno sarà il centrale difensivo Giovanni Ignoffo, separatosi dal Foggia dopo due stagioni caratterizzate da ben 61 presenze, tre gol ed un intero anno da capitano dei satanelli, sicuramente emozionante sarà per lui il ritorno allo “Zaccheria”. In occasione della insidiosa trasferta pugliese, sei su sei le vittorie in casa dei rosso-neri, mister Papagni pare intenzionato a modificare il modulo di gioco, dal 4-3-3 al 4-4-2 più difensivo; questa la formazione che domenica, alle ore 14.30, potrebbe scendere in campo: Gori; Cattaneo, Ignoffo, Landaida, Colombini; Statella, Cejas, De Liguori, Imbriani; Clemente, Castaldo.

Gian Franco lo Muzio


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright