The news is by your side.

INCARICO PROFESSIONALE PROGETTAZIONE LAVORI AL PANTANELLO

15

Avviso pubblico per il conferimento dell’incarico professionale per la progettazione preliminare, definitiva ed esecutiva, direzione dei lavori, misure e contabilità e di coordinamento della sicurezza in fase di progettazione e di esecuzione dei lavori di “Mitigazione del rischio idraulico nel bacino del Pantanello.

Potenziamento e sistemazione della rete idraulica di raccolta delle acque meteoriche”, in attuazione del Piano annuale per la mitigazione del rischio idrogeologico del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del territorio e del Mare. Importo € 500.000,00.

 

                  AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI VIESTE PROVINCIA DI FOGGIA

                                   C.SO LORENZO FAZZINI – 71019 VIESTE

Prot. n.___ del _____

OGGETTO :    AVVISO PUBBLICO per il conferimento dell’incarico professionale per la progettazione preliminare, definitiva ed esecutiva, direzione dei lavori, misure e contabilità e di coordinamento della sicurezza in fase di progettazione e di esecuzione dei lavori di “Mitigazione del rischio idraulico nel bacino del Pantanello. Potenziamento e sistemazione della rete idraulica di raccolta delle acque meteoriche”, in attuazione del Piano annuale per la mitigazione del rischio idrogeologico del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del territorio e del Mare. Importo € 500.000,00.

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

Premesso che nel Programma Triennale LL.PP. approvato con delibera di C.C. n. 14/08, è stato previsto nell’elenco annuale 2008 alla voce n. 44 i lavori di “mitigazione del rischio idraulico nel bacino del Pantanello. Potenziamento e sistemazione della rete idraulica di raccolta delle acque meteoriche”;

Considerato che è necessario prevedere la realizzazione da parte dell’Amministrazione dell’opera di  mitigazione del rischio idraulico nel bacino del Pantanello. Potenziamento e sistemazione della rete idraulica di raccolta delle acque meteoriche “, di € 500.000,00;
Rilevato che per l’esecuzione dell’opera suddetta è necessario procedere alla nomina del TECNICO PROGETTISTA;

Visto che ricorrono gli estremi di cui all’art. 90 , comma 6 , del D.Lgs. n. 163/06 e ss.mm. per la rilevata difficoltà di rispettare i tempi di attuazione della programmazione dei lavori, anche in considerazione dei carichi di lavoro attinenti le funzioni dell’Ente;

Visto l’art. 91, comma 2 , del D. Lgs n. 163/06 e ss.mm.;
Visto l’art. 50 , comma 1 , del Regolamento di attuazione , approvato con DPR n. 554 /1999;
Visto l’art. 62, comma 1, del Regolamento di attuazione , approvato con DPR n. 554 /1999;
Visto che l’avviso pubblico è per affidamento di incarichi di professionisti e tecnici di importo inferiore a € 100.000,00
RENDE NOTO

Che questa Amministrazione comunale intende conferire un incarico professionale per i servizi d’ingegneria connessi all’intervento di “Mitigazione del rischio idraulico nel bacino del Pantanello. Potenziamento e sistemazione della rete idraulica di raccolta delle acque meteoriche”.

Pertanto, ai sensi dell’art. 90 comma 6 del D.Lgs 163 del 12/04/06, nel rispetto dei principi di non discriminazione, parità di trattamento, proporzionalità e trasparenza, viene diramato il presente
AVVISO PUBBLICO

art. 1 –  Normativa di riferimento
La selezione è indetta ai sensi dell’art. 90 comma 6 del D.Lgs 163 del 12/04/06 e dell’art. 62, comma 1, del Regolamento approvato con D.P.R. n. 554/1999, nonché dell’art. 24, comma 5 della legge n. 62/2005, nel rispetto dei principi di:  
a) non discriminazione: ovvero non saranno operate discriminazioni basate sulla nazionalità dei concorrenti, riconoscendo in maniera indifferenziata i titoli professionali e i certificati vigenti in tutti i Paesi della Unione Europea;
b) parità di trattamento: ovvero la scelta del contraente avverrà nel rispetto dei criteri di selezione e valutazione indicati sull’avviso e non saranno accettate istanze non conformi all’avviso;
c) proporzionalità: ovvero saranno richiesti requisiti di qualificazione proporzionati rispetto all’oggetto dell’affidamento;
d) trasparenza ovvero sarà garantita la  pubblicità  del presente avviso con mezzi adeguati e saranno date tutte le informazioni tali da porre i potenziali concorrenti in grado di valutare con cognizione di causa il loro interesse a partecipare alla procedura.

art. 2 –  Servizi da affidare
Servizi di ingegneria e architettura consistenti nella progettazione preliminare, definitiva ed esecutiva, direzione dei lavori, misure e contabilità e di coordinamento della sicurezza in fase di progettazione e di esecuzione dei lavori di potenziamento e sistemazione della rete idraulica di raccolta delle acque meteoriche – Importo € 500.000,00.
art. 3 –  Importo dei lavori
a)        L’importo  stimato  dei lavori a base d’asta  pari a circa € 360.000,00  si intende:
1)    a lordo degli oneri per l’attuazione dei piani di sicurezza di cui all’art. 12 del D.Lgs.494/1996;
2)    al netto delle somme a disposizione dell’amministrazione (quali IVA, collaudi, espropriazioni, ecc.);
b)    Gli importi stimati dei lavori sono puramente indicativi e non vincolanti; essi potranno essere aggiornati in sede di elaborazione dei successivi livelli progettuali ricorrendo le condizioni di legge;
c)    Nei casi di cui alla precedente lettera b), i corrispettivi calcolati ai sensi del successivo art.  4, lettera a), sono adeguati di conseguenza utilizzando gli stessi criteri che sono alla base della determinazione dei corrispettivi nella misura originaria.
d)    L’Amministrazione fermo restando il rispetto della soglia pari a 100.000,00 Euro si riserva di affidare al professionista singolo o associato affidatario dell’incarico, ulteriori prestazioni professionali ove necessario (progetti di completamento relativi alla medesima opera, perizie di variante, frazionamenti accatastamenti ecc…), alle medesime condizioni di cui al presente avviso.

art. 4 –  Importo dei corrispettivi
a)    Il corrispettivo (onorari e spese) delle prestazioni, è presuntivamente pari a € 65.000,00 IVA e contributi previdenziali esclusi. L’incarico di cui al corrispettivo di cui sopra comprende:
·    la progettazione preliminare,  definitiva  ed  esecutiva in conformità alle prescrizioni di cui all’art. 93 del D. Lgs. n. 163/2006 nonché a quelle del D.P.R. n. 554/1999 e s.m.i. in conformità alle prescrizioni di cui all’art. 93 del D. Lgs. n. 163/2006 a quelle del D.P.R. n. 554/1999 e s.m.i.;
·    la direzione lavori, assistenza al collaudo, misura e contabilità lavori secondo le vigenti norme che disciplinano i lavori pubblici;
·    il coordinamento della sicurezza in fase di progettazione e di esecuzione in conformità alle norme di cui al D. Lgs. n. 494/1996 e s.m.i.
b)    In ogni caso gli onorari non possono superare i minimi previsti dal predetto D.M. 4 aprile 2001 e, per quanto non previsto dal medesimo, dalle tariffe previste dall’ordinamento professionale dei tecnici incaricati;
c)    Ai sensi dell’art. 4 del D.M. 4 aprile 2001, in caso di incarichi parziali, non è dovuta alcuna maggiorazione;
d)    In caso di incarichi collegiali, ad associazioni anche temporanee o comunque a più professionisti, il compenso previsto dal disciplinare di incarico è corrisposto una sola volta non configurandosi la riunione in collegio di cui all’art. 7 della Legge 2 marzo 1949, n. 143 (per ingegneri e architetti).

art. 5 –  Condizioni relative alle prestazioni
I progetti devono essere redatti in conformità alle prescrizioni dettate dal responsabile unico del procedimento in relazione all’importanza e alla tipologia del lavoro ed alle normative vigenti in materia oggetto del presente avviso.
I progetti devono ottenere i pareri, le autorizzazioni, i nulla-osta e gli altri atti di assenso, comunque denominati, previsti dal vigente ordinamento giuridico, e ottenere altresì la convalida favorevole ai sensi dell’art. 112 del D.Lgs 163 del 12/04/06 e degli articoli 47 e 48 del regolamento approvato con D.P.R. 554/1999.
art. 6 –  Condizioni relative al rapporto contrattuale
Le modalità ed i termini per l’espletamento dell’incarico saranno regolati da un’apposita convenzione, predisposta dall’Amministrazione Comunale, contenente l’esatta individuazione delle competenze spettanti al professionista.
I tempi di consegna degli elaborati, a decorrere dalla comunicazione di affidamento, sono:
–    Progetto preliminare: entro il 30° giorno dalla comunicazione del RUP dell’affidamento       dell’incarico;
–    Progetto Definitivo: entro il 30° giorno della comunicazione del RUP dell’avvenuta approvazione del progetto preliminare;
–    Progetto Esecutivo: entro il 30° giorno della comunicazione del RUP dell’avvenuta approvazione del progetto esecutivo;
Direzione Lavori e Coordinamento sicurezza in fase di esecuzione: l’incarico avrà termine dalla data di comunicazione di avvenuta approvazione del certificato di Collaudo da parte del Comune.
art. 7 –  Modalità di presentazione della richiesta
Il plico contenente le istanze di partecipazione, corredate unicamente con la documentazione compatibile con la presente procedura, dovrà pervenire, chiuso, entro le ore 12,00 del giorno 18/01/2009 (PENA L’ESCLUSIONE) all’Ufficio Protocollo di questo Ente, all’indirizzo Comune di Vieste, C.so Lorenzo Fazzini 27 – 71019 Vieste (FG), recante all’esterno la denominazione del lavoro per il quale si presenta la richiesta di affidamento dei servizi, nonché l’indicazione completa del mittente.
Il plico deve contenere (pena l’esclusione):
1)       la domanda, debitamente sottoscritta, recante l’indicazione completa dei dati personali e di quelli utili ai fini professionali, compreso il numero e l’anno di iscrizione al relativo Ordine  professionale, eventuali qualificazioni o abilitazioni richieste specificatamente per l’incarico. In caso di associazione temporanea di professionisti la domanda deve essere sottoscritta da tutti i componenti l’A.T.P.
2)      una o più dichiarazioni rese ai sensi del D.P.R. 445/2000 con la quale gli offerenti sia in forma singola che associata attestino l’inesistenza delle cause di esclusione previste dalle vigenti disposizioni ed in particolare:
titolo di studio posseduto;
di essere abilitati all’esercizio della libera professione e di essere iscritti nei relativi ordini  con indicazione del numero di iscrizione;
di essere in possesso dei requisiti professionali di cui all’art. 10 del D.Lgs. 494/96 (nel caso di associazione e/o raggruppamenti il suddetto requisito deve essere posseduto da almeno un partecipante al gruppo);
di non trovarsi in nessuna delle condizioni previste dagli artt.51 e 52 DPR 554/1999, come elencate nell’art. 12, del D.L.vo 157/1995 nel testo sostituito dall’art. 10, del D.L.vo 65/2000;
di non trovarsi nelle condizioni di esclusione dalla partecipazione alle procedure di affidamento previste dall’art. 38 del D. Lgs. n. 163/2006;
di non avere a carico procedimenti o provvedimenti ostativi all’assunzione di pubblici contratti come previsti dalla legge n. 575/65;
di non trovarsi in stato di fallimento, di liquidazione, di amministrazione controllata, di concordato preventivo o in qualsiasi altra situazione equivalente, e che a proprio carico non è in corso un procedimento per la dichiarazione di una di tali situazioni, né versa in stato di sospensione dell’attività;
di non esservi a proprio carico alcuna sentenza di condanna passata in giudicato, ovvero sentenza di  applicazione della pena su richiesta ai sensi dell’art. 444 del Codice di procedura penale, per qualsiasi reato  che incide sulla loro moralità professionale o per delitti finanziari;
di non aver commesso, nell’esercizio della propria attività professionale, errore grave, come definito dalle norme in materia;
di essere in regola con gli obblighi relativi al pagamento dei contributi previdenziali ed assistenziali;
di essere in regola con gli obblighi relativi al pagamento delle imposte e delle tasse;
di non essersi reso gravemente colpevole di false dichiarazioni nel fornire informazioni alla pubblica  amministrazione;
di aver piena conoscenza dei contenuti riportati nell’avviso per il conferimento dell’incarico e di tutti i tipi dei servizi complessivamente richiesti e dei relativi compensi;
di prendere atto del divieto di subappalto operato dall’art. 91, comma 3, del D. Lgs. n. 163/2006;
l’inesistenza di contestazioni  sulle progettazioni e sulle opere dichiarate nel curriculum.
 Nel caso di associazione temporanee di professionisti le dichiarazioni richieste devono essere rese da ogni componente dell’associazione.
  3)      il curriculum professionale nel quale devono essere indicati esclusivamente i servizi tecnici di ingegneria e architettura di cui all’art.50, del D.P.R.554/1999, svolti nei 10 anni precedenti la pubblicazione del presente avviso. Il curriculum deve essere redatto in maniera sintetica, attenendosi strettamente al contenuto del presente avviso, e non dovrà contenere indicazioni non richieste o ininfluenti . In esso debbono essere indicati:
               a) il curriculum professionale e di studi di tutti i componenti del gruppo di lavoro, con     l’indicazione esplicita del possesso dell’abilitazione all’esercizio delle prestazioni previste dal decreto legislativo n. 494/96 come vigente;
b)    le esperienze più significative maturate con particolare riferimento alla tipologia di lavori da realizzare ( Mitigazione del rischio idraulico di bacini imbriferi con reti idrauliche di raccolta e smaltimento acque meteoriche), indicando unicamente i lavori formalmente commissionati da uno dei soggetti individuati dall’art. 2, comma 2, della legge, descrivendo separatamente e precisando per ciascuna opera il committente, l’importo dei lavori, la classe e categoria delle tariffe professionali, distinguendo le opere solo progettate, quelle progettate ed in corso di realizzazione e quelle realizzate e collaudate;
4)      una documentazione grafica, descrittiva e/o fotografica relativa ad incarichi svolti, maggiormente affini a quello oggetto d’affidamento. Tale documentazione deve essere contenuta, in un massimo di 20 fogli formato A4. Elaborati ulteriori o difformi non saranno presi in considerazione;
5)      per i soli raggruppamenti temporanei: la partecipazione di raggruppamenti tra professionisti è disciplinata dal Titolo I – Capo II (requisiti dei partecipanti alle procedure di affidamento) del D. Lgs. n. 163/2006;
N.B. Nel caso di studi professionali, professionisti associati, società di professionisti, società di ingegneria e raggruppamenti temporanei di professionisti, costituiti dai soggetti di cui all’art. 90 del D.Lgs 163 del 12/04/06, l’incarico dovrà essere espletato, per quanto di competenza, da professionisti iscritti negli appositi Ordini/Albi professionali, nominativamente indicati già in sede di presentazione della domanda con la specificazione delle rispettive qualifiche professionali. Il relativo curriculum professionale datato e sottoscritto dovrà essere presentato da tutti coloro che sottoscrivono la domanda.
art. 8 –  Condizioni regolanti la procedura di affidamento
l’affidamento dell’incarico avverrà con le procedure di cui all’art. 91 comma 2 del D.Lgs. 163/06;
la stazione appaltante si riserva di differire, spostare o revocare il presente avviso di selezione, senza alcun diritto dei concorrenti a rimborso spese o quant’altro. L’Ente si riserva altresì la facoltà di procedere anche all’affidamento parziale dei servizi tecnici oggetto del presente avviso, fermo restando che ove si procedesse all’affidamento delle ulteriori fasi progettuali di cui al presente avviso le stesse verranno affidate ai medesimi soggetti;
La valutazione dei curriculum e della documentazione richiesta è finalizzata alla conoscibilità dei soggetti interessati all’affidamento delle prestazioni e alla verifica della sussistenza di esperienza e capacità professionale proporzionate e sufficienti in relazione alle caratteristiche tecnico-economiche dell’intervento da progettare;
La valutazione dei soggetti idonei a svolgere il presente incarico e dell’offerta economicamente più vantaggiosa sarà quindi effettuata dal RUP nominato dalla Stazione Appaltante dopo la presentazione della documentazione a corredo, sulla base di elementi di valutazione per la scelta dell’offerta economicamente più vantaggiosa , che saranno fissati nella successiva lettera d’invito nella procedura negoziata da esperirsi ai sensi dell’art. 57, comma 6 , del D.Lgs. 163/06
Sarà ritenuta economicamente più vantaggiosa l’offerta che avrà ottenuto il punteggio più alto, dato dalla somma dei punteggi risultanti dalle valutazioni espresse dal RUP.

art. 9 –  Esclusioni dalla procedura di affidamento
Saranno escluse le proposte:  
pervenute dopo la scadenza, a tal fine farà fede esclusivamente il timbro di ricezione dell’ufficio Protocollo generale dell’Ente;
carenti di una o più di una delle dichiarazioni richieste, ovvero con tali indicazioni errate, insufficienti, non pertinenti, non veritiere o comunque non idonee all’accertamento dell’esistenza dei fatti, delle circostanze o dei requisiti per i quali sono prodotte;
con uno dei documenti, presentati in luogo di una o più dichiarazioni, scaduti o non pertinenti;
mancanti dell’attestazione di copia conforme ovvero recanti copie di originali scaduti, in caso di documenti presentati in copia conforme in luogo dell’originale;
carenti di uno più di uno dei documenti richiesti per la partecipazione alla gara;
mancanti della sottoscrizione di uno o più documenti richiesti;
mancanti della fotocopia del documento di riconoscimento. Nell’ipotesi in cui dovesse essere allegato copia di un documento scaduto si consentirà la regolarizzazione nel termine perentorio di giorno tre dal ricevimento anche via fax della relativa richiesta. Decorso inutilmente detto termine si  procederà all’esclusione dalla gara.
senza curriculum o la documentazione richiesta, salvo che sulla domanda sia fatto presente che lo stessa documentazione è già stata presentata a questo ente in precedenza, con riferimento ad altre proposte di affidamento, indicandone gli estremi e l’anno di presentazione;
effettuate da soggetti per  quali è riconosciuta una clausola di esclusione dalla partecipazione alle gare per l’affidamento di servizi pubblici, dagli affidamenti o dalla contrattazione con la pubblica amministrazione, come prevista dall’ordinamento giuridico vigente, accertata in qualsiasi momento e con ogni mezzo.
art. 10 –  Tutela della riservatezza dei dati personali
Ai sensi del D.Lgs. n.196/2003, “Codice in materia di protezione dei dati personali”, si informa che i dati relativi ai partecipanti di cui il Comune verrà in possesso, verranno trattati su supporti cartacei e informatici esclusivamente per lo svolgimento delle funzioni istituzionali connesse con la procedura di affidamento e stipula del contratto, in caso di aggiudicazione. I dati rilevati ai fini della qualificazione per lo svolgimento dei servizi potranno essere altresì archiviati ed utilizzati in altri procedimenti per verifiche o riscontri nei confronti dei soggetti cui si riferiscono. I dati medesimi potranno essere comunicati agli Enti competenti ai fini della verifica della veridicità delle autodichiarazioni rese, agli organismi cui compete la vigilanza sull’attività contrattuale del Comune, nonché ai soggetti cui debba essere riconosciuto il diritto di accesso alla documentazione di gara, nelle forme ed entro i limiti previsti dalla normativa in materia. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria essendo necessario ai fini dell’accertamento del possesso dei requisiti di ammissione alla gara; pertanto, la mancata comunicazione comporterà esclusione dalla gara. I soggetti cui i dati si riferiscono possono esercitare i diritti di cui all’art.7 D.Lgs. n.196/2003. Titolare del trattamento dei dati è il Comune di Vieste, C.so Lorenzo Fazzini 27 – 71019 Vieste (FG).
art. 11 –  Pubblicizzazione
Il presente Avviso è affisso all’Albo Pretorio del Comune e pubblicato sul sito http://www.comunedivieste.it .

art. 12 –  Responsabile del procedimento, informazioni, tempi e rinvio
Responsabile del procedimento è l’Ing. Antonio Chionchio;
l’Amministrazione si riserva di richiedere al professionista scelto di esibire gli originali o le copie conformi all’originale dei documenti o, comunque, di documentare le esperienze e quant’altro indicato nella istanza di partecipazione o nel curriculum;
Eventuali rettifiche, chiarimenti, integrazioni, differimenti di termini e/o modalità contenute nell’avviso di selezione saranno pubblicati sul sito: http://www.comunedivieste.it ed all’albo pretorio dell’Ente. Si avverte pertanto che ogni obbligo di informazione nei confronti degli interessati si intende soddisfatto con la sola pubblicazione delle predette informazioni su tale sito.
Per tutto quanto non previsto dal presente Avviso si rinvia al D.lgs. 163/2006, al DPR 21 dicembre 1999, n. 554, ed al Regolamento comunale dei contratti.

Vieste li  22.12.2008
IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Ing. Antonio Chionchio

 

 

Bando è pubblicato anche sul sito del Comune di Vieste:www.comunedivieste.it

 

Gianni Sollitto


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright