The news is by your side.

Vieste – PORTO TURISTICO, IL TAR DA’ RAGIONE AI RICORRENTI

19

 

E’ stata pubblicata nella giornata di ieri, 15 gennaio, la sentenza con la quale il Tribunale Amministrativo Regionale di Bari ha accolto il ricorso proposto dal raggruppamento temporaneo di imprese, capeggiato dalla Cala de’ Medici s.r.l. di Pisa cui partecipava anche una società viestana, la Gattarella S.p.A, giunto secondo nella gara per il completamento e la gestione del porto turistico. Trovano così conferma le indiscrezioni che Ondaradio aveva annunciato negli scorsi giorni. 

C’è grande soddisfazione delle aziende coinvolte e dei legali, Pasquale Chionchio ed Enrico Follieri, che hanno sostenuto come “fallace ed illegittima la procedura di aggiudicazione seguita dalla Commissione giudicatrice”.
“Questo conferma – ha spiegato l’avvocato viestano Pasquale Chionchio – la piena fondatezza delle censure da noi sempre sollevate circa la legittimità della procedura seguita e della mancanza dei requisiti in capo al raggruppamento concorrente, contrariamente a quanto sostenuto anche dalla Stazione appaltante. Censure totalmente accolte dai giudici baresi che, tra l’altro, hanno puntualmente disatteso sia le eccezioni della concorrente, sia anche quelle della Stazione appaltante, disponendo per la rinnovazione della procedura di gara. Se si fosse dato seguito all’atto di significazione da me inoltrato sin dal febbraio 2008, sicuramente non si sarebbe perso tempo prezioso per l’avvio dell’infrastruttura portuale e non si sarebbe esposto il raggruppamento da me difeso ai conseguenti danni economici”.
Con questo pronunciamento del Tar si vanno a capovolgere le sorti dell’aggiudicazione nel frattempo avutasi a beneficio dell’altro raggruppamento capeggiato dalla “Pietro Cidonio S.p.A”.
Si attende ora di conoscere le possibili evoluzioni che la vicenda avrà, non escluso l’appello al Consiglio di Stato.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright