The news is by your side.

Immigrati che chiedono l’elemosina ai semafori proteste dall’Associazione Sunugal di Manfredonia

23

Da alcuni mesi, ai semafori di Foggia o all´Ipercoop, cittadini stranieri provenienti dall’Africa elemosinano o rovistano tra i rifiuti, dicendo di non aver nulla da mangiare e a chi domanda da quale paese vengano, dicono di venire dal Senegal, pur non conoscendo nessuna parola in francese e nemmeno il wolof (la lingua nazionale del paese). Molti dei senegalesi regolarmente residenti in Italia, nei giorni scorsi, nel corso di un incontro hanno presentato le loro proteste e si dicono molto amareggiati dell’immagine negativa che viene data non solo dei senegalesi, per i quali forte è il senso di comunità e l´aiuto tra connazionali, tanto che nessuno mai versa nelle condizioni sopradescritte, ma degli africani, dei cittadini stranieri. Non vogliamo, con questo comunicato stampa, dire "quelli non siamo noi, noi non c´entriamo niente”, ma vogliamo esprimere la nostra indignazione di fronte a quanti hanno lasciato miseria e guerra e adesso si ritrovano a svendere la propria dignità, senza avere alcuna possibilità per riprogettare la propria vita. E´questo sintomo di un forte disagio, di fronte al quale siamo chiamati ad intervenire. Chiediamo a chi di dovere di occuparsi di questa situazione. Chiediamo a nostri cari fratelli di rivolgersi alle associazioni per le informazioni e indicazioni sugli sportelli e punti di riferimento per un orientamento legale, per evitare di essere vittime di alcuni "sciacalli".

Yankhoba BA
Presidente Associazione "Sunugal" 


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright