The news is by your side.

San Nicandro/ Da giovedì forum rifiuti per lo stoccaggio

23

Parte giovedì 12 febbraio, alle ore 18 presso la sala convegni di Palazzo Fioritto, il forum ambientale relativo alla realizzazione dell’impianto complesso per la gestione integrata del ciclo dei rifiuti a San Nicandro. Quattro gli incontri tematici settimanali previsti dal forum e finalizzati a garantire la partecipazione dei cittadini, fornendo informazioni corrette sull’impianto per la gestione dei rifiuti, grazie all’intervento di esperti ed amministratori. ll quadro di riferimento tecnico-normativo, l’individuazione del miglior sito e i risvolti socioeconomici legati alla realizzazione dell’impianto, saranno i temi degli incontri che si concluderanno con una visita (o una proiezione), ad un sito dotato di un impianto simile a quello progettato per l’Ato Fg 1. Il forum ambientale è la procedura “partecipata” con la quale si sottopone al confronto con la cittadinanza la questione della gestione dei rifiuti per la quale l’amministrazione comunale ha proposto la candidatura della città ad ospitare sul proprio territorio l’impianto di biostabilizzazione per i comuni dell’Ato FG 1, a fronte dell’attivazione dell’avvio della raccolta differenziata e di campagne di sensibilizzazione ed informazione. Una candidatura che è in linea con l’idea di fondo che sottostà alla costituzione stessa degli ambiti territoriali, nei quali quello comunale, proprio di ogni comune, deve essere considerato come porzione di un ambito territoriale più vasto. Ambito all’interno del quale raggiungere l’autosufficienza nella gestione del ciclo integrato dei rifiuti, necessità ineludibile per i 15 comuni che ne fanno parte per fronteggiare l’emergenza alle porte. E la candidatura della città di San Nicandro ad ospitare l’impianto complesso, data dall’amministrazione comunale e sottoposta ora al confronto con la città, va’ proprio in questa direzione, ma il terreno è aspro, anche in virtù di una campagna politica di opposizione da parte del centrodestra, che agita lo spettro dei rischi per l’ambiente: “Il percorso intrapreso dall’amministrazione comunale di San Nicandro — spiega l’assessore all’ambiente Riccardo Tricarico – per l’individuazione del sito più idoneo ad accogliere un impianto complesso-integrato per la gestione dei rifiuti prevedeva sia la predisposizione di uno studio di fattibilità che la realizzazione di un forum ambientale. Il primo ha già fornito una lettura del territoriosistematica ed analitica, con un rigore scientifico di indubbio pregio. I risultati dello studio di fattibilità consentono, dunque, di escludere a priori l’insorgere di problemi di sostenibilità ambientale nel sito che sarà scelto. Il secondo ha come obiettivo la condivisione, con tutta la cittadinanza. “L’attuale Amministrazione comunale e la maggioranza che la sostiene non intendono sfuggire alla responsabilità, tutta istituzionale e politica, di offrire alla problematica dei rifiuti una risposta rigorosa e rispettosa della salute della popolazione e dell’ambiente — spiega infatti il sindaco Costantino Squeo -. L’elemento della responsabilità, però, non spiega tutto, non risulta essere esaustiva. Siamo convinti, infatti, che l’impianto complesso integrato per la gestione dei rifiuti rappresenti per il nostro territorio una opportunità di


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright