The news is by your side.

Promozione/ Un Atletico ritrovato ospita al “R. Spina” l’Altamura

25

L’Atletico Vieste è tornato prepotentemente agli onori della cronaca, due prove convincenti hanno restituito alla squadra garganica grandi motivazioni, finalmente si torna a parlare di play-off e quindi di traguardo possibile per l’Atletico Vieste che a questo punto può addirittura migliorare la posizione di classifica del campionato scorso. Franco Cinque in questo momento è la persona giusta nel momento giusto, questo Atletico Vieste scalpita e vuole correre, lo stato di forma della squadra garganica è davvero il valore aggiunto in questo momento.
Domani arriva la Leonessa Altamura, all’andata vinsero i murgesi con un sonoro 4 – 2, fece tutto il Vieste che dopo aver pareggiato la gara con un pizzico di presunzione l’ha regalò letteralmente alla squadra di mister Savoni che poi riuscì a vincere incredibilmente.
Non si può parlare di rivincita ma sicuramente la voglia di conquistare i tre punti in questo momento è tanta quanto necessaria.
La Leonessa Altamura nel girone di ritorno ha vinto solo una partita e quindi è lontana dalla zona play-off, mancheranno ben tre giocatori appiedati dal Giudice Sportivo, vanta 3 vittorie (Minervino, Polignano e Apricena), 2 pareggi e 6 sconfitte, 15 reti segnate e 22 subite ma erano i numeri del girone di andata, ultimamente le quotazioni dell’Altamura sono in ribasso e quindi si attende una reazione d’orgoglio della squadra barese.
L’Atletico Vieste di errori sinora ne ha commessi tanti soprattutto in trasferta, in casa nonostante la sconfitta col Ruvo rimane la squadra che ha ottenuto il maggior rendimento, ben 27 punti frutto di 9 vittorie a suon di gol, ben 27 reti segnate, una media di 2,7 a gara.
Contro la Leonessa Altamura è stato designato il Sig. Bruni di Brindisi, nelle file del Vieste saranno assenti Paolo Augelli ed Elia Gravinese squalificati ingiustamente domenica scorsa, rientreranno Maurizio Gentile e Nicola Ducange due giocatori di grosso calibro che possono solo aumentare in positivo la caratura di questo Atletico Vieste uscito dalla nebbia e proiettato verso nuovi orizzonti.

FRANCO CINQUE RISPONDE A MICHELE MIMMO
"SE LO SFOGO DI MICHELE MIMMO SERVE A FARLO STARE BENE LO ACCETTO PURE..MA NON E’ GIUSTO CHE CONTINUI"..

Così ha commentato Franco Cinque lo sfogo di Michele Mimmo che seppur non offensivo ha tirato ancora in ballo storie del passato tra i due sfociate in un risentimento da parte di Michele Mimmo ancora forte.
" Nel 2006 fui chiamato dall’Atletico Vieste per giocare come centrale difensivo al fianco di Massimo Chiumento, io dissi no a quella chiamata perchè ero legato a Michele Mimmo che in quel periodo ancora non trovava una squadra, rifiutai di giocare nel Vieste perchè non mi sono sentito di abbandonarlo"…"quest’anno all’inizio del campionato la Società durante il mese di luglio mi ha fatto capire che non potevo più giocare, ho quindi preso atto e Michele Mimmo ha fatto altrettanto…lui ha cominciato il campionato tranquillamente con la preparazione atletica..io per la mia strada…poi i giocatori hanno chiesto di me ed hanno fatto in modo che tornassi….non lui!!"…."quando hanno esonerato Michele Mimmo io ho rifiutato di accettare l’incarico perchè non mi sembrava giusto…i giocatori mi hanno invitato ad accettare con queste motivazioni (non vogliamo un’altro allenatore..non ci puoi lasciare così…a mister Mimmo ci pensiamo noi..ho sentito in quel momento la responsabilità di quell’invito sincero e totale di tutti i giocatori, ho sentito nella sua interezza la presenza della Società e quindi ho accettato…lui Michele Mimmo i giocatori…i suoi giocatori..non li ha voluti nemmeno ricevere"…ora che si è sfogato ed ha buttato fango sulla mia persona dico basta..che ci lasciasse lavorare in pace…abbi un pò di rispetto per la squadra.

                                         Michele Mascia


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright