The news is by your side.

Bit 2009/ Presentata Carta dei Beni Culturali della Puglia

16

Alla presentazione anche il Rettore dell’Università di Foggia Giulio Volpe

 

E’ stata presentata oggi alla Borsa internazionale del turismo (Bit) di Milano la Carta dei beni culturali della Puglia. Si tratta di uno strumento di pianificazione territoriale ed è ‘uno degli obiettivi centrati – ha detto l’assessore reginale al Turismo, Massimo Ostillio – per migliorare in modo non convenzionale l’immagine della Regione che ha puntato su una legislazione urbanistica di avanguardia anche per puntare sul patrimonio paesaggistico come fattore di attrattiva per il turismo. Oltre ad Ostillio, alla presentazione – avvenuta nel corso di una tavola rotonda – hanno partecipato gli assessori all’Assetto del territorio, Angela Barbanente, al Bilancio e Programmazione, Michele Pelillo e il rettore dell’Università di Foggia, Giuliano Volpe. ‘Abbiamo deciso di investire – ha detto Barbanente – in tempi di crisi sul patrimonio, sui beni culturali della Regione, che sono irriducibili e immutabili anche se il paesaggio pugliese è da sempre in trasformazione. E le peculiarità della trasformazione del paesaggio sono registrate dalla nostra Carta, con i paesaggi costieri, le città del nord barese che rischiano di saldarsi lungo le direttrici stradali con una linea di capannoni (e per questo abbiamo lanciato l’idea delle strade – parco. La Carta non è tecnica, ma è uno strumento per comunicare e programmare i piani urbanistici finora fatti solo sulla carta bianca, senza attenzione al contesto’. Pelillo ha detto che ‘la presenza qualificata del Governo regionale alla Bit testimonia l’attenzione per la promozione del territorio. Finora la promozione era solo depliant e cartelloni autostradali, adesso variamo le notti bianche, le carte dei beni culturali, i festival del cinema e soprattutto la programmazione dal basso con le aree vaste e i piani strategici. Per fare tutto questo occorre attenzione nella spesa e soprattutto spesa di qualità’. 


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright