The news is by your side.

Lesina si prepara a rinnovare il governo cittadino

21

Anche il comune lagunare si prepara alla corsa per il ricambio il prossimo giugno alla prima poltrona di Palazzo di Città, dove dal 2004 siede il vicepresidente del Parco del Gargano, Giovanni Schiavone. Esponente della Dca di Gianfranco Rotondi che si affianca al Pdl, Schiavone portò al governo di Lesina nell’ultima tornata elettorale –dopo 9 anni di centrosinistra- una coalizione di centrodestra, formata da Forza Italia, Alleanza Nazionale e Democrazia Cristiana per le Autonomie (alla quale si aggiunse 2 anni fa –con un rimpasto- anche l’Udc, tenuta fuori in un primo momento a causa di alcune incomprensioni).  E sarà proprio questa coalizione –alla quale potrebbero aggiungersi altri simboli o aggregazioni civiche- a sostenerlo nuovamente per la corsa a Palazzo di Città, convinta della necessità di dover garantire a questa amministrazione almeno due mandati per portare a termine il lavoro iniziato. E se nel centrodestra spunta il nome del sindaco uscente, il centrosinistra ci va più cauto. Ancora nessun nome ufficiale, le energie si spendono nel tessere possibili alleanze. Ma di un cartello elettorale ancora nessuna traccia. Intanto impazzano blog e siti web, dove ognuno porta avanti la propria personale battaglia. C’è Vincenzo Marotta, già consigliere comunale indipendente, pronto a scendere in campo con la lista civica “Lesinacittattiva”. E Angelo Ippolito, sostenuto dalla Sinistra Arcobaleno. Per il Partito Democratico, invece, si fa il nome di Antonio Trombetta, presidente provinciale del Cna e predecessore di Schiavone per due mandati. Gli scontenti dell’una e dell’altra parte, infine, potrebbero ritrovarsi all’interno di una terza lista mista, che potrebbe essere guidata dall’ex vicesindaco dell’attuale giunta Schiavone, Gaetano Matarante.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright