The news is by your side.

Vieste – POSITIVA L’OPERAZIONE ESENZIONE TICKET SANITARI

24

 

Dal prossimo 1° aprile entrerà in vigore la normativa della Regione Puglia che ha introdotto i ticket sulle prestazioni specialistiche e farmaceutiche senza vincoli di età.
Molti sono quei cittadini che, ignari dell’entrata in vigore di detta normativa, non ancora provvedono a munirsi dell’apposito certificato di esenzione. Chi non lo farà entro il 1° aprile pagherà il ticket su tutte le prestazioni specialistiche e su quelle farmaceutiche, pur se in possesso dei relativi requisiti per l’ottenimento: età superiore ai 65 anni o minori di 6 anni.
Le lunghe file agli sportelli dell’Asl di Foggia e provincia sono cominciate sin dall’ottobre scorso e si protrarranno fino al prossimo 31 marzo. Cosa accadrà dopo?
Dal 1° aprile non si potrà più fare l’autocertificazione e quindi anziani, bambini ed aventi diritto se non saranno muniti dell’attestato di esenzione dovranno paesenziogare le prestazioni.
A Vieste il problema delle lunghe file, dei disagi al cittadino legati alla burocrazia per la presentazione delle domande non c’è stato. Tutto si è svolto con una certa celerità.

Sarà stato, in questa occasione, per l’efficienza della pubblica amministrazione e per l’organizzazione del servizio in loco, certo è che i dati statistici comunicati dagli uffici amministrativi della Asl di Vieste sono molto confortanti. Sono state esaminate oltre 3.000 pratiche e rilasciati oltre 7.000 certificati di esenzione, per una media che tenderà a crescere in questi ultimi giorni quando, con l’approssimarsi dell’entrata in vigore della normativa regionale, gli utenti ritardatari si riverseranno presso gli uffici amministrativi della Asl o presso i Caf che a Vieste sono autorizzati.
«Con un pizzico di orgoglio — ha commentato Michele Mascia, responsabile del procedimento dell’Asl di Vieste — voglio affermare che questa volta, per le operazioni di accettazione e di rilascio di questi attestati di esenzione, la pubblica amministrazione è stata efficiente nei confronti dei cittadini viestani. Agli anziani non è stato creato alcun disagio. Grazie alla disponibilità del sindaco — ha spiegato Mascia — il Comune ci ha messo a disposizione un locale in centro urbano dove, dal mese di ottobre e sino a dicembre, abbiamo fatto accettazione. Poi ci siamo organizzati e con un po’ di buona volontà abbiamo inserito le pratiche e rilasciato agli aventi diritto i certificati di esenzione che peraltro sono stati spediti a domicilio dei cittadini. Abbiamo così evitato la confusione, il disagio soprattutto agli anziani ed a coloro che erano in in difficoltà per raggiungere i nostri uffici. Forse queste cose le dovrebbero sapere i nostri dirigenti della Asl di Foggia che non ci sono stati affatto vicini».
Tutto è stato affidato alla sensibilità ed all’esperienza di alcuni impiegati volenterosi. Così a Vieste è stato formato un gruppo di cinque operatori (Michele Mascia, Leonardo Santoro, Natale Dimauro, Catia Simone e Leo Mascia) che al di fuori delle proprie competenze giornaliere si sono prodigati nel lavoro pomeridiano sino a raggiungere un risultato importante: aver consegnato a chi ne ha fatto richiesta l’attestato di esenzione nei tempi previsti dalla normativa, rendendo così ai cittadini di Vieste un buon servizio.
Chi deve ancora presentare la domanda per ottenere l’esenzione del ticket, può farlo rivolgendosi ai Caf autorizzati di Vieste che hanno sottoscritto una convenzione con l’Asl di Foggia oppure direttamente agli uffici amministrativi dell’Asl di Vieste preso il Poliambulatorio alla Coppitella nei giorni di martedì e giovedì ore 9,00-12,00 e 16,00-18,00.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright