The news is by your side.

Campionato Provinciale Allievi/ Don Bosco Carpino-Nuova Gioventù Vieste 2–2

26

Occasione buttata al vento per la Nuova Gioventù, che conduce la gara per settanta minuti,  ma si vede raggiunta proprio all’ultimo tuffo. Va detto che il pareggio è un risultato più che giusto, ma certo è un peccato per Impagnatiello e soci aver buttato via due punti a causa di gol evitabilissimi. La Nuova Gioventù stecca clamorosamente nella trasferta di Carpino. E’ pur vero che i viestani non hanno perso, però quella di Carpino doveva essere poco più di una passeggiata. Aveva fin troppo entusiasmato la partita di sabato scorso contro il Cagnano, invece i ragazzi di Ranuschio sono parsi fin troppo nervosi e con poca lucidità. La Nuova Gioventù, doveva disputare tutt’altra partita senza soffrire così tanto. Il primo tempo è stato avaro d’occasioni, con la Nuova Gioventù che ha fatto la partita con un maggiore possesso palla, senza però impensierire più di tanto la porta difesa da Cannarozzi. Gli ultimi venti minuti si sono accesi con un paio d’azioni interessanti da una parte e dall’altra. Al 29′ La nuova gioventù passa in vantaggio, punizione di Tatalo dal limite il portiere non trattiene, il più lesto di tutti è Cavaliere che con un tapin manda la palla in rete. Poco dopo il portiere di casa ci mette una pezza su Scirocco che calcia alla camomilla da ottima posizione. Nella ripresa la compagine viestana colpisce ancora. Al 10’ Vetrano calcia lungo, Stefania fa da torre a favore di Cavaliere, il quale esplode un destro in diagonale che, pur toccato da Cannarozzi, finisce la sua corsa in fondo al sacco. La gara sembra chiusa, Cavaliere si mangia il terzo gol che avrebbe chiuso definitivamente la gara. Gara che invece si riapre grazie a Di Lella che al 17’ sfrutta al meglio un tiro cross  da sinistra che beffa il poco concentrato Zillo. Il Carpino gioca con il cuore, nella Nuova Gioventù subentra la paura di essere raggiunti. Ultimi minuti della gara, il Carpino conquista un calcio d’angolo, dalla bandierina si porta Ciuffreda, il traversone è intercettato da Zillo che respinge sulle spalle di Vetrano, la palla ricade sui piedi di Di Gregorio e diventa un gioco da ragazzi spingere la palla in rete per il definitivo 2-2.
 A fine gara mister Ranuschio è scuro in volto, il punto conquistato a Carpino può essere letto
secondo la filosofia del bicchiere mezzo vuoto. «Eravamo riusciti a portarci in vantaggio e avremmo dovuto gestire meglio i gol di Cavaliere. Per tutto il primo tempo abbiamo tenuto il pallino del gioco. Nella ripresa siamo calati ma nonostante tutto avremmo potuto anche vincere la partita. Può andare bene anche così, l’importante era dimostrare di essere vivi. Sono poi confortato dalla prestazione. Abbiamo corso pochi rischi anche se nell’azione del pareggio locale ci siamo forse un po’ distratti»
Le Pagelle
Zillo 5 Prende il primo gol perché poco concentrato e anche sul secondo non è sembrato reattivo. Giornata grigia. Distratto
delli Santi 6 Gara giudiziosa la sua, conferma le buone impressioni suscitate finora. Coriaceo
Scala 6 Gara senza particolari pecche, anche se non ha dato mai la sensazione di totale sicurezza. Affaticato
Tatalo 6+ Molto positiva la sua prova. Gioca sul centro del centrocampo e dimostra tante buone qualità, bravo in interdizione e propositivo in costruzione di gioco. Regista
Fezga 6 A volte troppo macchinoso, deve ritrovare la condizione e la scioltezza atletica. Sotto con gli allenamenti.
Impagnatiello 6 Chiude tutto e fa ripartire l’azione anche con buona personalità e ottimo calcio. Pilastro
Vetrano 6+ E’ un combattente indomito, ma continua a trattenere troppo palla a discapito delle ripartenze della propria squadra. Giocoliere
Lopriore 6 Meno lucido che nelle altre gare in cui era stato impiegato, gioca comunque la sua onesta gara senza demeritare.
Stefania 6 Si batte e prova ad inventarsi qualcosa, difficile che lui scenda sotto la sufficienza. Ma spreca qualcosa di troppo ed è troppo impreciso sotto porta. Nonostante ciò, per talento e volontà è da considerare sufficiente la sua prova. Encomiabile
Scirocco 6- Gara molto giudiziosa sull’out destro, si dimostra un giocatore eclettico ed insostituibile per questa squadra. Furetto
Cavaliere 6+.Fa praticamente tutto da solo, assist, tiri, serpentine, scatti, gol. Ma purtroppo i compagni non lo assistono, la squadra è eccessivamente lunga e non accompagna il gioco offensivo adeguatamente. Solista
Del Duca 6 I compagni lo hanno cercato poco, ma lui ha fatto di tutto per uscire fuori dal vivo del gioco non riuscendo quasi mai a mettere in difficoltà gli avversari con le sue giocate. Timido
Vario 6 Gran dinamismo, ma sulla sinistra non può offrire molto alla squadra.
Principe 6. Ingresso tardivo, da’ il suo contributo di volontà e determinazione.

Nuova Gioventù: Zillo, Delli Santi, Scala, Tatalo, Fezga, Impagnatiello, Vetrano, Lopriore(dal 72 Prencipe), Stefania(dal 70 Vario), Scirocco(dal 67 Del Duca), Cavaliere a disp. Grima, Troiano all. Ranuschio


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright