The news is by your side.

Allievi Provinciali / Nuova Gioventù Vieste – S. Teresa D’Avila Sannicandro 8 – 1

18

Un doppio poker della Nuova Gioventù stende il S. T. D’Avila Sannicandro svogliato quasi come il cielo grigio che sovrastava il Riccardo Spina. Un centinaio i tifosi che hanno assistito all’agonia della squadra ospite cui va l’onore d’essere in ogni caso scesa in campo, nonostante alcune defezioni e di averci provato. Che la sfida sia noiosa, lo si  intuisce dopo pochi minuti di gioco.  Il Sannicandro impegnato ad evitare il centrocampo e a sporadici attacchi che raramente lambiscono l’area avversaria. Il primo presagio sul risultato finale arriva dopo un quarto d’ora. A castigare la squadra ospite ci pensa Cavaliere in versione showman con un potente tiro in diagonale che finisce la sua corsa in rete. Si replica al 23’, Lopriore direttamente da calcio d’angolo, con una parabola(alla Palanca), supera lo sfortunato portiere avversario. Il Sannicandro non sembra poter reagire. Infatti, lo stesso Cavaliere ha l’occasione per triplicare tre minuti dopo. Grande azione Stefania-Cavaliere, con quest’ultimo che si trova da solo davanti a Russo ma il suo tiro termina di poco a lato. Non ci sono più occasioni da gol fino al 33′, quando il Sannicandro dimezza lo svantaggio con Lauriola, che con un  pallonetto scavalca Grima in uscita. La ripresa comincia con la Nuova Gioventù ancora più determinata ed al 3′ Zillo porta a tre le segnature . Fuga dalla destra di uno scatenato Cavaliere che cede palla a Piccolelli che a sua volta passa la palla a Zillo che a tu per tu con Russo non può sbagliare. Sul  tre a uno la compagine ospite gioca come se amministrasse il risultato e la  squadra di casa ne approfitta. Dopo una serie di rimpalli nell’area del Sannicandro, Cavaliere tira da posizione centrale a porta praticamente vuota e porta a quattro le reti dei viestani . La partita si chiude al 15′ con un pasticcio della difesa ospite che perde palla e consente a  Zillo di calciare dal limite senza pressione, scavalcando il portiere avversario. Al 19’ va in gol il “falco” Piccolelli,  che ci aveva provato per tutto il match e alla fine ci riusciva dedicando la rete a sua madre che assisteva, dalla tribuna, alla gara. Ultimo e definitivo sussulto al 27’ con Cavaliere che realizzava la sua personale quaterna di gol. Poi tutti sotto la doccia.
Grima 6,5 Settanta minuti a fare da turista con Lauriola a dargli qualche punzecchiatura, poi anche lui segna il suo gol. Lo fa al minuto 73’ volando come solo lui sa fare su tiro a giro di Giordano. Tarzan
Vario 6,5 Un po’ frenato nell’attaccare la sua fascia. Qualche errore in impostazione ma è sempre attento e concentrato. Diligente
Cavaliere 8,5 Alterna sprazzi di bel gioco a potenti incursioni sulle fasce, non si fa intimidire dai colpi degli avversari e si fa trovare sempre pronto in tutte le fasi di gioco. E’ un cavallo di razza senza fantino. Indomito
delli Santi 6,5 Il difensore centrale azzurro oggi ha disputato una gara di sostanza e concentrazione. Di testa la prende sempre lui. Insuperabile
Vetrano 6,5 È un maestro nel proteggere il pallone per far salire la squadra. Il metronomo del centrocampo dispensa utili consigli ai compagni. Ragioniere
Impagnatiello 6,5 Diligente come un presidente e affaccendato come un operaio compie il suo dovere senza sbavature e senza grandi note di merito. Da ammirare quando nel secondo tempo chiede il cambio perchè dice di non esserci con la testa. Presidenziale.
Lopriore 6,5 Si batte con la solita generosità e per di più realizza un gol da consumato goleador. Preziosissimo
Stefania 6,5 Partita perfetta per acume tattico e abnegazione. Sta ritrovando la forma migliore.
Piccolelli 6,5 Si divora due gol praticamente più semplici da depositare in rete che da sbagliare come clamorosamente è riuscito a fare il Falco. Per sua fortuna un gol in tanta abbondanza riesce però a siglarlo…
 Del Duca 6,5 Le qualità non si discutono ma spesso la grinta non è quella giusta. Troppo timido in campo, subisce e non reagisce. Crescerà
Zillo 7- Manca di preparazione ma il giocatore c’è. Ha la potenza di un cannone quando nel primo tempo con due missili cerca il gol. Nella ripresa va in gol due volte. Travolgente come un trattore. Potenza pura.

Nuova Gioventù: Grima,Vario,Cavaliere, Delli Santi, Vetrano, Impagnatiello, Lopriore,  Stefania,Piccolelli,Del Duca,Zillo a disp.Vescera,Troiano,Sicuro,Fezga,Curatolo all. Ranuschio
Reti:  4 Cavaliere, 2 Zillo, 1 Piccolelli e Lopriore 1 Lauriola(S)


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright