The news is by your side.

PERCHÈ DEVONO PAGARE SEMPRE GLI OPERAI?

25

La vicenda degli operai di Pizzomunno è illuminante e ci fa capire quali rischi corrono gli operai con queste nuove tipologie di contratti di lavoro che per quanto innovative(?), presentano insidie diaboliche che rendono gli operai sempre più vulnerabili. “Come mai, come mai sempre in barba agli operai?” recitava uno slogan (per la verità un po’ più colorito) di qualche anno fa. Perché di questo si tratta, colpire il lavoro dipendente.
Gli operai vengono “indotti” a firmare un contratto che  trasforma il loro stato da lavoratori a tempo determinato in lavoratori a tempo indeterminato con la perdita di ogni diritto all’indennità di disoccupazione per i periodi ( sempre più lungi) di inoccupazione.
Paradossalmente ci troviamo di fronte a lavoratori stagionali, che lavorano 3 o 4 mesi all’anno,  ma che giuridicamente sono da considerare a tempo indeterminato senza ricevere nulla in cambio. Non solo, in periodi è sempre più difficile,  per i lavoratori, trovare un’occupazione alternativa.  A questo punto c’è da chiedersi: restano ancora valide le ragioni per cui si è favorito lo sviluppo di questi tipi di contratti di lavoro? È mai possibile che il peso della crisi debba scaricarsi sulle spalle dei più deboli? In questo modo si tutela il potere di acquisto delle famiglie? La stessa Amministrazione Comunale, che in passato si è occupata della questione, come intende muoversi? Non sarebbe il caso di chiamare le parti interessate (Valtur, HDS, operai ed organizzazioni sindacali) per trovare una soluzione equa per tutti? Non credo che Valtur possa pensare di utilizzare il nostro territorio senza tener in debita considerazione le giuste aspettative di chi, in questo territorio, vive e lavora.
 
 
    Antonio Giuffreda
Consigliere comunale PD


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright