The news is by your side.

CENTRALE EOLICA IN MARE, MERCOLEDI’ CONSIGLIO COMUNALE

18

Torna a riunirsi, mercoledì 25 marzo alle ore 9:30, il Consiglio comunale di Vieste. Due gli argomenti iscritti all’ordine del giorno dal presidente, Michele Mascia.
Il primo riguarda le determinazioni in merito alla richiesta formulata da una impresa di Aversa, rivolta al Ministero dell’Ambiente, per la realizzazione al largo della costa di Vieste di una centrale eolica per la produzione di energia elettrica. Si tratta, come si è avuto modo di dire in altre occasioni, dell’installazione di ben 99 torri, dell’altezza di circa 100 metri dal pelo d’acqua, complete di pale e turbina, per lo sfruttamento del vento e la conseguente trasformazione di energia elettrica. Un impianto capace di produrre  500 mega watt di energia da convogliare a terra (spiaggia di San Lorenzo) con cavidotti e conseguente trasferimento nella centrale elettrica di Palude Mezzane.
Il Comune è nettamente contrario alla realizzazione della centrale per l’evidente impatto ambientale che esso determinerebbe in una zona, come quelle della costa di Vieste, ad alta valenza paesaggistica. Anche la Commissione consiliare, riunitasi ieri mattina, ha espresso la sua contrarietà al progetto, per cui ha deciso di far propria la proposta di delibera, predisposta dall’Amministrazione comunale, relatore l’assessore alle Attività produttive, Raffaele Zaffarano, con quale si fa voto al Ministero perché respinga il progetto presentato dall’impresa campana.
L’altro argomento, riguarda la costituzione dell’Unione dei Comuni del Gargano, a seguito della soppressione della Comunità Montana, ai fini dell’utilizzo dei fondi Por che rischiano di andare perduti.

Gianni Sollitto


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright