The news is by your side.

Faida del Gargano: le condanne della Suprema Corte

22

Esiste un’associazione di tipo mafioso sul territorio di San Nicandro Garganico. A confermarlo è la Suprema Corte che nei giorni scorsi ha messo il punto all’operazione denominata Iscaro-Saburo, quella che nel giugno del 2004 portò all’arresto di un centinaio di persone e che mise la parola fine alla sanguinosa lotta che da trent’anni stringeva in una morsa di violenza e terrore il Gargano.  Lo scorso 20 marzo la Corte di Cassazione si è pronunciata confermando alcune delle condanne emesse nell’ambito del processo d’appello celebrato a Bari con rito abbreviato, scelto da alcuni partecipanti e fiancheggiatori alla faida tra gli allevatori del Promontorio. Dunque una sentenza che evidenzia la contrapposizione di due sodalizi criminali: i Tarantino contro i Ciavarrella, una guerra che in 26 anni ha contato 17 omicidi e una serie di tentati omicidi. In nottata i carabinieri di Foggia hanno eseguito una serie di ordini di carcerazione per pene residue. Tra i destinatari anche Matteo Lombardi, accusato dell’ omicidio di Michele Santoro, l’allevatore ucciso a Siponto il 25 settembre 2003; e che risponde anche di estorsione, detenzione e porto illegale di armi. Per lui pena residua di 13 anni e 8 mesi di reclusione. Del tentato omicidio di Gennaro Giovanditto avvenuto nel 2002 è incriminato, invece, Angelo Tarantino, accusato, tra l’altro, di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, ricettazione, detenzione e porto illegale di armi, estorsione furto, danneggiamento a seguito di incendio. Lo stesso deve, ancora, scontare 3 anni e 11 mesi di carcere. Dei 12, uno, Antonio Papa, con una pena residua a 5 anni e 9 mesi è ricercato. Sempre nell’ambito della faida del Gargano, continuano le ricerche di Franco Libergolis, l’allevatore 30enne di Manfredonia scomparso dallo scorso 7 marzo giorno in cui è stato condannato all’ergastolo nel maxi processo foggiano. Oggi la conferma che la Corte d’Assise ha emesso un provvedimento di cattura per violazione della sorveglianza speciale.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright