The news is by your side.

Il ‘Sud’ di Marcello Veneziani: un viaggio civile e sentimentale

18

"Identità meridionale, come valore aggiunto e non come pietra al collo". Ne è convinto Marcello Veneziani, intellettuale e giornalista biscegliese, nel suo ultimo lavoro editoriale Sud – Un viaggio civile e sentimentale edito dalla Mondadori. Ieri la presentazione del volume racchiuso in 220 pagine presso l’Opera Pia Scillitani di Foggia.  Un viaggio letterario dentro l’anima del Meridione; un presente che torna nel passato e un passato che riaffiora nel presente. Un Sud che si dipana tra ricordi e tradizioni, degrado e cafonerie, cavallerie rusticane, ragioni e sentimenti. Pizza, sole, mafia e rifiuti questi gli stereotipi in cui resta ingabbiato il Sud. "Ma il Meridione non è solo questo – replica l’autore – Non si può ridurre all’immaginario nazionale ed internazionale solo attraverso i racconti dei vari Camilleri, Saviano, Carofiglio che parlano del Sud come di una grande inchiesta giudiziaria. Esiste – afferma Veneziani – un Sud autentico, vero e genuino". Attraverso le pagine del suo libro, Veneziani manifesta il suo timore che il Mezzogiorno stia diventando un inferno abitato da angeli in fuga per salvarsi da soli e non dannarsi insieme. "Abbiamo a disposizione un tesoro che non dobbiamo lapidare – prosegue il giornalista. La vera piaga è che qui nel Meridione abbiamo una classe dirigente scarsa che non riesce a dare una propria identità al Sud. Il Sud non si riesce a far sistema, manca il concetto di squadra – incalza Veneziani – e l’idea di consociarsi è ancora troppo lontana". Non un volume, dunque, ma quasi un manifesto sudista di patriottismo terrone.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright