The news is by your side.

Ostillio presenta “Voler bene all’Italia”, iniziativa di Legambiente

26

Sono piccoli comuni, ma rappresentano una grande possibilità di crescita del nostro territorio, un patrimonio da tutelare, un’opportunità per salvaguardare le radici della nostra storia e delle nostre tradizioni". Lo ha dichiarato l’assessore regionale al Turismo Massimo Ostillio intervenendo questa mattina alla conferenza stampa di presentazione di "Voler bene all’Italia", la festa nazionale dei Piccoli Comuni organizzata da Legambiente con la collaborazione dell’Anci e di Enel Green Power.  "Sul fronte turistico – ha proseguito Ostillio – è indubbio che i piccoli comuni rappresentino una miniera ricchissima di opportunità, che vuol dire elevata qualità della vita, patrimonio artistico, enogastronomia; per questo siamo impegnati come Regione Puglia a fare in modo che i piccoli comuni siano adeguatamente valorizzati". Per rispondere alle sfide del futuro, l’Italia ha bisogno dei suoi piccoli comuni, quelli con meno di 5.000 abitanti. Quella parte d’Italia vivace e vitale che sa intrecciare tradizione e innovazione, attraverso legami positivi col territorio, coesione sociale e insieme apertura ai mercati globali. Per valorizzare e celebrare le eccellenze della propria terra, i prodotti tipici, le loro risorse, tradizioni, tesori e talenti torna, domenica 19 aprile, "Voler bene all’Italia", la giornata nazionale della Piccola Grande Italia, organizzata da Legambiente con la collaborazione di Enel Green Power, insieme a un vasto comitato promotore di enti e associazioni. Un’iniziativa sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica che quest’anno Legambiente dedicherà alle zone terremotate d’Abruzzo con l’istituzione di un gemellaggio tra la Piccola Grande Italia e i piccoli comuni abruzzesi. A partire dal 19 aprile, infatti, ogni borgo di Voler Bene all’Italia si prenderà cura di una comunità terremotata, attivando una "banca delle richieste" in cui ogni piccolo comune abruzzese potrà comunicare le effettive esigenze di materiali e fondi a cui far fronte in modo mirato. Verrà inoltre istituito un patto con i sindaci dei piccoli comuni abruzzesi per garantire impegno e assistenza anche nel corso della ricostruzione, su cui vigilerà l’Osservatorio Ambiente e Legalità di Legambiente. L’iniziativa è stata presentata questa mattina a Bari, presso il Palazzo della Presidenza della Giunta Regionale, da Francesco Tarantini, Presidente Legambiente Puglia, Massimo Ostillio, Assessore al Turismo della Regione Puglia, Michele Lamacchia, Presidente ANCI Puglia, Luigi Carrozzo, Sindaco di Castro e Donato Leone, Enel Relazioni Esterne Macroarea Sud. Presenti anche i sindaci di Diso, Rignano Garganico e Ischitella. "Voler Bene all’Italia quest’anno più che una festa è una giornata durante la quale la Piccola Grande Italia ha scelto di dare un sostegno alle zone terremotate dell’Abruzzo, -dichiara Francesco Tarantini, Presidente di Legambiente Puglia- adottando i piccoli comuni colpiti che, insieme al resto della Piccola Grande Italia, hanno contribuito alla costruzione del futuro del nostro Paese e oggi, dopo questo evento rischiano di sparire per sempre". In Italia i piccoli comuni sono 5.868, pari al 72% dei comuni italiani, e vi risiede più di un quinto della popolazione nazionale. Le produzioni agricole di qualità, le abilità manifatturiere e artigianali, l’immenso patrimonio enogastronomico, ma anche il risparmio energetico, le fonti rinnovabili, il riciclo dei rifiuti, l’innovazione tecnologica sono le eccellenze dei piccoli comuni, infatti nel 99,5% dei piccoli comuni si trovano prodotti tipici ed è sempre qui che vengono prodotti il 93% delle dop e degli igp, accanto al 79% dei vini pregiati. Lo slogan di Voler Bene all’Italia "il futuro abita qui" si pone quindi l’obiettivo di fare emergere i territori delle eccellenze e della qualità. "I piccoli comuni -continua Tarantini- sono spesso esempi avanzati di buon governo del territorio e di sviluppo sostenibile, ma vivono una condizione di forte disagio dovuta alla preoccupante rarefazione dei servizi territoriali (scuole, presidi sanitari, uffici postali, attività commerciali) che alimenta a sua volta rischi di declino e spopolamento. Appunto per questo, chiediamo alla Regione Puglia di approvare subito la legge per la tutela e il sostegno dei suoi 87 piccoli comuni in cui risiedono 237.570 abitanti, rendendo così questi territori competitivi e capaci di contrastare lo spopolamento e l’abbandono. A tal proposito, lo scorso febbraio è iniziato alla Camera l’iter legislativo della proposta di legge sui piccoli comuni, già sottoscritto da 130 parlamentari di maggioranza e opposizione". Da Rignano Garganico (FG) a Castro (LE), i piccoli comuni pugliesi metteranno in mostra il meglio di sè organizzando degustazioni, visite guidate, percorsi naturalistici, mostre, convegni, rappresentazioni folkloristiche e poi musica, sagre, spettacoli. In Puglia hanno aderito: Poggiorsini, Faggiano, Orsara, Alberona, Biccari, Candela, Faeto, Rignano Garganico, Roseto Valfortore, Rocchetta Sant’Antonio, Rodi Garganico, Sant’Agata di Puglia, Ischitella, Stornarella, Andrano, Diso, Ortelle, Poggiardo, Cavallino, Presicce, Trepuzzi, San Pietro in Lama, Spongano, Tiggiano, Uggiano la Chiesa, Zollino, l’area marina di Porto Cesareo, il Parco Nazionale del Gargano e le province di Foggia e Taranto. La "Capitale" pugliese di questa 6^ edizione sarà Castro (LE). Numerose le iniziative realizzate anche nei Comuni di Capitanata. A Biccari (FG) dalle ore 9,00 è prevista l’apertura dei Musei civici: il Museo della Civiltà Contadina, il Museo del Calzolaio ed il Museo del Falegname. Sarà possibile visitare anche la Torre Bizantina, ammirare l’altare ligneo di San Donato ed il Convento dei Frati Minori. Sono previste visite guidate nel centro storico. Per chi lo volesse è possibile immergersi nella lussureggiante natura dei Monti Dauni ed effettuare visite guidate nell’Area Naturale attrezzata "Monte Cornacchia – Lago Pescara – Bosco Cerasa". Rocchetta Sant’Antonio (FG) ha promosso un’attività didattica dedicata allo studio della storia e della conoscenza del territorio, con il contributo della Biblioteca, dell’Istituto Scolastico Comprensivo "F. De Sanctis" di Rocchetta e dei curatori dell’opera "Rocchetta S. Antonio 1507: nascita di un castello" e con la partecipazione di bambini delle scuole primarie e secondarie. Rignano Garganico (FG) presenta un vasto programma con un raduno di bambini e ragazzi per il volo di aquiloni, una sfilata di auto e moto per le strade del paese, una dimostrazione di arrampicata speleologica e una visita per i portali, i vicoli, i monumenti e le chiese nel centro storico di origine medievale. Inoltre, è previsto un pranzo con i prodotti della cucina locale seguito, nel pomeriggio, da un dibattito sui piccoli comuni e da un concerto serale di chiusura. A Roseto Valfortore (FG) si promuovono visite guidate all’osservatorio di Ecologia Appenninica, escursioni sul territorio e presso i mulini ad acqua. Nel Comune di Ischitella (FG) è previsto un corteo in onore dei caduti seguito dall’apertura di stand con degustazione di prodotti tipici per le vie del centro storico. Alle 21.30, si conclude la giornata con l’esibizione di gruppi locali e rappresentazioni folkloristiche. L’invito di Legambiente è quello di andare domenica 19 aprile a visitare i piccoli comuni, per sostenere l’importante contributo di queste comunità alla storia, all’identità e al futuro del Paese. "Anche quest’anno Voler Bene all’Italia – conclude Tarantini – ha avuto un grande successo in Puglia viste le numerose adesioni e iniziative promosse dai piccoli comuni pugliesi. Vogliamo mettere in rete e valorizzare lo straordinario patrimonio storico, culturale, artistico, naturale ed enogastronomico custodito nei piccoli comuni pugliesi ed appunto per questo abbiamo pensato di farlo sia attraverso la realizzazione del sito internet www.piccolagrandepuglia.it che di una guida, in elaborazione, a loro dedicata".


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright