The news is by your side.

Roseto isolata e accerchiata dalle frane

26

Lucilla Parisi: “Qui lo Stato non esiste. Siamo abbandonati a noi stessi”

 

 “Roseto Valfortore è isolata, accerchiata dalle frane che hanno fatto sprofondare in più punti le strade provinciali 129 e 130, cioè le arterie di comunicazione che ci collegano rispettivamente a Biccari e a Lucera. Stiamo affrontando l’emergenza con tre vigili e due carabinieri. Mi chiedo dove sia la Provincia di Foggia. Mi domando dove sia lo Stato. Siamo abbandonati a noi stessi, al nostro destino, da un Governo provinciale incapace di ascoltare le nostre grida e da un Governo nazionale che pensa a sperperare risorse e tempo con il fantomatico ponte sullo stretto di Messina mentre qui le strade cedono come fossero fatte di burro. E’ una porcheria, una vergogna, bisogna che la gente sappia di come tre giorni di pioggia possano isolare interi paesi senza che nessuna istituzione se ne preoccupi. Siamo all’incredibile”. E’ Lucilla Parisi, sindaco di Roseto Valfortore, a denunciare la gravità della situazione causata dal cedimento delle strade provinciali in seguito alle prolungate precipitazioni di questi giorni. “Dalla Provincia di Foggia non mi è arrivata alcuna risposta alle mie richieste di aiuto – prosegue il primo cittadino – E’ indecente. La provinciale 129 è chiusa da un mese ed è dall’inizio dell’anno che chiediamo che siano ripristinate le condizioni di sicurezza e agibilità di quella strada che oggi è franata in altri due punti. La provinciale 130, che già presentava frane in più punti, ha ceduto ed è diventata impercorribile, tanto da causare l’immediata cessazione del servizio pubblico di trasporto da e per Roseto. Siamo totalmente isolati. In piena emergenza e assolutamente dimenticati da chi non doveva permettere che si arrivasse a questo punto dopo mesi di continue sollecitazioni circa una situazione che si faceva ogni giorno più grave. Cosa bisogna aspettare? Bisogna attendere che ci sia una tragedia, che qualche auto o pullman sia inghiottito dalla strada, prima che le istituzioni e lo Stato si manifestino per dire che esistono realmente?”.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright