The news is by your side.

Puglia/ Un diamante artificiale sensibile ai raggi ultravioletti

21

Un diamante è per sempre, così recita la famosa pubblicità. Questo elemento, emblema del lusso, sogno di ogni donna, è in realtà un minerale molto utile anche alla scienza, soprattutto se è in grado di individuare i raggi ultravioletti come l’ultimo ritrovato pugliese: un diamante artificiale UV. Ha la forma di un francobollo e può essere usato in medicina, in fotografia oppure nell’esplorazione dello spazio. Un’invenzione, ancora da registrare come brevetto, frutto della ricerca e degli esperimenti di tanti scienziati italiani, soprattutto donne, coordinati da un team dell’Università di Bari. Il diamante UV sarà sfruttato, per esempio, per controllare i laser usati dagli oculisti negli interventi alla cornea, oppure per proteggere l’ambiente dalle sostanze inquinanti: i raggi ultravioletti trattenuti dal diamante infatti sono in grado di indicare la presenza degli elementi che "sporcano" l’atmosfera e sono dannosi per la salute dell’uomo. La presentazione dell’invenzione pugliese è inserita nella campagna "I doni della scienza", un tour dell’Assessorato allo Sviluppo economico che monitora i progetti di ricerca finanziati dalla Regione Puglia, ne verifica i risultati e li fa conoscere ai cittadini per sensibilizzarli sull’importanza della ricerca.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright