The news is by your side.

Sprint play off: si decide

22

La madre di tutte le partite. A Terni il Foggia si gioca un´intera stagione. Ultimi 180´ di campionato. Ultimi sussulti assolutamente vietati ai deboli di cuore. In Umbria, la squadra di Novelli ha l´esigenza di andare a punti per non mandare a ramengo un girone di ritorno giocato a ritmi vertiginosi e con una sola macchia, la sconfitta di Arezzo. Al rush finale il Foggia ci arriva conscio di aver dato tutto. Eppure, la rimonta per essere concretizzata, urge dell´accelerata finale fino al traguardo.
Serve vincere. Serve soprattutto pensare solamente a se stessi. Come domenica scorsa, anche domani si giocherà con gli occhi sul campo e le orecchie alla radio. Già, perché il destino dei rossoneri dipenderà anche da quanto accadrà a Pagani, dove di scena è l´Arezzo – ma soprattutto al Santa Colomba dove sgomiteranno Benevento e Cavese. Un destino legato ad un triplice filo.

Intanto la squadra è in Umbria da ieri. In 21 sono partiti alla volta di Terni. Fuori dall´elenco solamente gli infortunati Mattioli, Burzigotti e Colomba. Out anche il centrocampista De Rosa, bloccato a letto da una fastidiosa influenza.
Possibile che Novelli decida di apportare qualche variante all´assetto tattico. Questo è almeno quanto emerso nel corso della settimana. Gli accorgimenti potrebbero riguardare più che altro il modulo di gioco, pronto a trasformarsi in un camaleontico 4-4-2 con esterni alti come Troianiello a destra e Mancino a sinistra. Tutto ciò per assicurare più equilibrio in mezzo al campo, dove la generosità di D´Amico e le geometrie di Pecchia faranno il resto. In attacco, al fianco di Germinale, il cileno Salgado, ancora alla ricerca dello smalto perduto.

Ultimo capitolo dedicato ai tifosi. Saranno un migliaio quelli che occuperanno lo spazio riservato alla tifoseria ospite domani allo stadio “Liberati”. In molti partiranno da Foggia. Tantissimi saranno anche quelli che raggiungeranno Terni dal centro e dal nord Italia. Un vero e proprio esodo. Come ai vecchi tempi.

PROBABILE FORMAZIONE (4-4-2): Bremec; Pedrelli, Zanetti, Lisuzzo, Colombaretti; Troianiello, Pecchia, D´Amico, Mancino; Germinale, Salgado.
A disp. Milan, D´Andrea, Pezzella, Trezzi, Velardi, Piccolo, Malonga.
All. Novelli.

capitanatasport.it – Carmine Troisi


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright