The news is by your side.

A Orsara un allevamento di insetti utili

22

Il progetto “Bio and Bio”: niente veleni, ci pensano le coccinelle a preservare i campi. E l’idea di alcuni giovani orsaresi riceve il finanziamento di “Principi Attivi”. Un allevamento di insetti, di quelli utili all’agricoltura: è questo il progetto che la cooperativa Anclet realizzerà a Orsara grazie al finanziamento ottenuto dalla Regione Puglia nell’ambito di “Principi attivi – Giovani idee per una Puglia migliore”. Il progetto denominato “Bio and Bio, Insetti utili” sarà presentato venerdì 22 maggio, alle 17.30, nell’aula consiliare del Comune di Orsara di Puglia. La presenza nei campi coltivati di siepi, alberi sparsi o raggruppati a boschetti non solo favorisce ambienti di riproduzione, di rifugio e di alimentazione per numerosi specie di uccelli, mammiferi e rettili, ma facilita la presenza di insetti entomofagi molto utili all’agricoltura biologica. Alcune coccinelle, per esempio, sono predatrici di afidi. La coccinella Chrysoperla carnea è impiegata con successo nei programmi di lotta biologica contro gli afidi.
In questo delicato equilibrio spesso sono le larve che contribuiscono al controllo dei parassiti, ma in molte specie di Ditteri Sirfidi anche gli adulti svolgono un importante ruolo in agricoltura poiché nutrendosi di nettare, favoriscono l’impollinazione di diverse colture. Alla presentazione del progetto interverranno i giovani fondatori della cooperativa Anclet: Andrea Del Priore, Maria Letizia Nicolò e Claudia Del Priore. Saranno presenti, inoltre, il sindaco Mario Simonelli, gli assessori comunali Biagio Dedda e Mario di Biccari, il dirigente della Regione Puglia Marco Costantino, il presidente del Gal Meridaunia Albero Casoria e il presidente provinciale della Confederazione Italiana Agricoltori, l’orsarese Michele Colangelo.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright