The news is by your side.

Riaperta la strada statale 272 all’ingresso di San Marco in Lamis in entrambi i sensi di marcia

20

E’ stata riaperta, in entrambi i sensi di marcia, la strada statale 272, al km 21+900, all’ingresso di San Marco in Lamis. La strada era stata interrotta nel mese di dicembre 2008, a causa di una frana verificatasi improvvisamente che aveva interessato la corsia sud ed aveva provocato il crollo di un muro di contenimento, rendendo inagibile la strada.
I lavori sono stati portati a termine entro i tempi previsti, nonostante siano stati resi difficoltosi e rallentati dalle piogge insistenti dei mesi scorsi oltre che dalla necessità di realizzare una corsia di emergenza per permettere il transito in senso alternato dopo che i sondaggi nel sottosuolo avevano fatto emergere che la parte di strada su cui era previsto il transito dei veicoli era formato da terreno di riporto e non da roccia e quindi tale da non garantire la sicurezza degli autoveicoli transitanti.

L’intervento, affidato alla ditta Florio Floriano di Foggia, è consistito nella realizzazione di un muro in cemento armato dell’altezza di sei metri per una lunghezza di 33 metri.

Inizialmente, il progetto prevedeva la realizzazione di una palificata ma, successivamente, a scavi aperti, si è verificato che la natura del terreno impediva l’accesso della macchina trivellatrice per l’esecuzione della palificata. Si è quindi provveduto a modificare la progettazione con una perizia di variante tecnica e suppletiva, prevedendo un muro in cemento armato.

L’Amministrazione comunale ringrazia l’Ing. Daniele Mendolicchio, dirigente dell’Ufficio Tecnico comunale per la perizia mostrata nella fase progettuale e nella direzione dei lavori e tutto il personale dell’Ufficio Tecnico e Manutenzione per la collaborazione prestata nelle varie fasi di esecuzione dei lavori; ringrazia i Vigili Urbani, ben coordinati dal loro Comandante, Dr. Donato Laera, che hanno assicurato la scorrevolezza del traffico nel periodo di esecuzione dei lavori e i dipendenti della Ditta Florio Floriano che hanno lavorato in condizioni difficili ed avverse.

L’Amministrazione sollecita il Prefetto ed i massimi referenti istituzionali della città a collaborare fattivamente affinché il comune possa ottenere il finanziamento della somma di circa 200.000 euro necessaria per la realizzazione di tutti i lavori. Tanto anche in considerazione dell’urgenza degli stessi in vista delle manifestazioni previste a San Giovanni Rotondo nelle prossime settimane (Raduno nazionale dei Bersaglieri del 21, 22 e 23 maggio e Visita del Papa del 21 giugno).


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright