The news is by your side.

Foggia/ Approvato dalla Giunta provinciale il riordino della ‘macrostruttura’ dell’Ente

22

Mazzone: ‘Snellire la macchina amministrativa per migliorare l’efficienza e la qualità dei servizi’

 

Approvato dalla Giunta provinciale il riordino della ‘macrostruttura’ dell’Ente. La Giunta provinciale ha approvato, su proposta dell’assessore alle Risorse Umane Gabriele Mazzone, la riorganizzazione della struttura tecnica dell’Ente. ‘Abbiamo sempre sostenuto la centralità del patrimonio delle risorse umane della Provincia di Foggia per la crescita della Capitanata – commenta il presidente della Provincia, Antonio Pepe -. Una convinzione che trova oggi conferma nel riordino della cosiddetta ‘macrostruttura’, che ci permetterà di valorizzare al meglio le nostre professionalità e ci consentirà di ridisegnare la cornice burocratica dell’Amministrazione snellendo le procedure e potenziando l’efficienza della macchina amministrativa’. La nuova ‘cornice’ tecnica sarà formata da quattro ‘macroaree’, ciascuna con a capo un coordinatore che si interfaccerà con il Direttore Generale, il Segretario Generale ed i vertici politici. ‘La formazione di quattro grandi aree – spiega l’assessore Mazzone – è stata dettata dalla necessità di riorganizzare il sistema nella direzione di un accorpamento della aree omogenee per tipologia di attività e campi di intervento’. La prima area comprenderà la Direzione Strategica degli Affari Generali, delle Risorse Umane, dei Servizi Finanziari ed Informativi; la seconda i Lavori Pubblici e le Infrastrutture; la terza lo Sviluppo del Territorio e la Tutela Ambientale; la quarta le politiche Formative, Educative, Sociali, Culturali e del Lavoro. ‘In questo modo – evidenzia l’assessore provinciale alle Risorse Umane – saremo in grado di dare coerenza al rapporto tra Dirigenza ed organi politici, mettendo ciascun dirigente nella condizione di avere al massimo due assessori di riferimento, senza modificare lo schema di base, che prevede un totale di 19 dirigenti, come al momento del nostro insediamento’. Alla prima ‘macroarea’ faranno riferimento il settore degli Affari Generali e delle Risorse Umane (la cui responsabilità sarà affidata ad un solo dirigente, contrariamente a quanto accadeva nel passato); il settore dei Rapporti con le Istituzioni; il settore Finanziario; il settore del Sistema Informativo; il settore dell’Avvocatura e degli Appalti e Contratti (accorpati in un unico settore). Alla seconda ‘macroarea’ faranno riferimento il settore della Pianificazione Infrastrutturale e dei Piani di Settore; il settore Viabilità; il settore Progettazione Edilizia Scolastica; il settore Manutenzione e Gestione dell’Edilizia Scolastica e del Patrimonio Immobiliare dell’Ente; il settore Politiche Geologiche, Risorse Idriche e Protezione Civile. Alla terza ‘macroarea’ faranno riferimento il settore Assetto del Territorio (Piano Territoriale di Coordinamento); il settore Ambiente; il settore dello Sviluppo Economico (con l’accorpamento del Servizio Agricoltura e del Servizio Caccia e Pesca); il settore delle Attività Produttive e delle Risorse Energetiche (con l’accorpamento tra il Servizio Attività Produttive ed il Servizio delle Fonti Energetiche); il settore della Mobilità e della Promozione Turistica (con l’accorpamento tra il Servizio Trasporti ed il Servizio Turismo, Sport e Tempo Libero). Alla quarta ‘macroarea’ faranno riferimento il settore delle Politiche Educative e Cult urali (con l’accorpamento del Servizio Politiche Educative, il Servizio Promozione Cultura e Spettacolo ed il Servizio Civile); il settore Formazione Professionale; il settore Politiche del lavoro e Statistica; il settore Bibliotecario e Museale e delle Politiche Sociali. ‘Nella riorganizzazione varata dalla Giunta provinciale – aggiunge l’assessore Mazzone – spiccano alcuni interventi che conferiscono maggiore coerenza ed omogeneità all’attività amministrativa, come lo ‘sdoppiamento’ del settore della Formazione Professionale e delle Politiche del Lavoro, che con due diversi dirigenti ci metterà nella condizione di sfruttare nel migliore dei modi il trasferimento delle deleghe e delle risorse economiche da parte della Regione Puglia’. ‘Ringrazio tutti i colleghi di Giunta per la preziosa collaborazione fornita per l’elaborazione della nuova ‘macrostruttura’ – conclude l’assessore provinciale -, primo segnale significativo di un cambiamento nella strategia di governo che punta a trasformare la Provincia di Foggia in un Ente centrale per le dinamiche di sviluppo della Capitanata’.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright