The news is by your side.

Università di Foggia/ Accolto ricorso al Tar salve le 28 scuole di specializzazione

23

Il Tar ha dato ragione all’Università degli Studi di Foggia , sospendendo il decreto ministeriale del 31 marzo 2009 con cui il Miur, Ministero Università e Ricerca, disponeva la soppressione di 18 scuole di specializzazione di area medica a Foggia, accorpandole a quelle di Bari. L’ordinanza, giunta questa mattina a Palazzo Ateneo -come ha raccontato ai microfoni di Radio Nova Vittorio Fineschi , professore ordinario di Medicina Legale – è immediatamente esecutiva. I criteri dell’accorpamento, poco chiari sin dall’inizio, hanno indotto il rettore dell’Università Giuliano Volpe a chiedere un incontro con il Ministro Gelmini, che però non c’è stato, e a fare poi ricorso al tribunale amministrativo. Le scuole di specializzazione in varie discipline come oculistica, urologia, medicina del lavoro, sono 18 in totale e totalmente autonome. Di qui la necessità di una maggiore chiarezza sui criteri stabiliti dal decreto. Criteri che hanno interessato anche altre città italiane come Catanzaro, Ancona e Perugia, solo per citarne alcune. Oggi finalmente la situazione è stata risolta. "Avevo promesso ai colleghi di medicina di salvaguardare l’autonomia e la dignità della facoltà, ha dichiarato a Teleradioerre Giuliano Volpe. Questa sentenza è una risposta a chi pensava di poter marginalizzare il ruolo delle piccole università, come la nostra. Un risultato importante per l’intero Ateneo".


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright