The news is by your side.

La Puglia dopo la Toscana la più amata dai vacanzieri

28

C’è la Puglia tra e mete più ambite dai vacanzieri italiani, preceduta soltanto dalla Toscana. È quanto emerge da un sondaggio effettuato da Swg-Confesercenti che promuove l’offerta e le bellezze della nostra regione, in un anno in cui, nonostante la crisi e le difficoltà economiche, andranno in ferie ben 37 milioni e mezzo di connazionali contro i 33,7 dell’anno scorso (con un aumento pari all’11%).
I dati dell ’indagine invitano alla riflessione l’assessore al Turismo della Regione Puglia, Massimo Ostillio. «Primo: la crisi non frena le vacanze – dice – . Secondo: cala il mare, ma la Puglia cresce. Terzo: tra le destinazioni turistiche italiane, siamo preceduti solo dalla Toscana, che è meta tradizionale ed affermata in tutto il mondo. Insomma, la Puglia sale tra le preferenze dei vacanzieri non solo balneari. Viene scelta, infatti, anche per i tanti altri prodotti turistici che ha saputo creare e promuovere in questi anni, accompagnando e rafforzando i mercati già noti».

Non si tratta però di un risultato a sorpresa per l’assessore. «Negli ultimi anni – spiega l’assessore – abbiamo puntato tutto sulla capacità di attrazione della nostra regione, rendendola più affascinante, seducente e piacevole, grazie alla qualità dei servizi, alle nuove politiche di tutela del territorio, di valorizzazione di paesaggio, ambiente, centri storici, borghi minori e beni culturali. Senza dimenticare l’ag ricoltura, l’enogastronomia e, soprattutto, le scelte fortemente innovative nel campo della attività culturali, dell’arte e dello spettacolo».
Ostillio loda anche l’attività di coordinamento della Regione. «I risultati ottenuti sono l’esito di politiche trasversali e sapienti modalità operative da ascrivere a merito di Regione, enti locali e imprese », conclude. LODI AL G7 -«Il G7 dell’economia svoltosi a Lecce è stato anche l’occasione per far conoscere le eccellenze della Puglia, terra di accoglienza e ospitalità, apprezzata da visitatori e turisti provenienti da tutto il mondo», dichiara ancora Ostillio.

CITTA APERTE – È uno dei progetti della Regione, mirato anche a dare lavoro a circa 1.000 giovani. L’iniziativa varata negli scorsi anni prevede aperture straordinarie dei beni culturali e paesaggistici pugliesi. «Città aperte – afferma l’assessore – è un potenziale bacino di utilizzo dei giovani che possono essere al servizio del fruitore turista ma anche dei residenti».

IL GARGANO SUL CELLULARE – Da ieri «Gargano.it», la Guida on line del Gargano, diventa «mobile», cioè raggiungibile anche da telefonino o palmare. Digitando l’indirizzo «http:// mobile.gargano.it» è possibile accedere direttamente alle offerte disponibili sul portale, scegliere la proposta più interessante e leggerne informazioni e riferimenti: dal prezzo al periodo ai servizi inclusi. In questo modo gli operatori turistici che vengono segnalati da Gargano.it e inseriscono nel portale le proprie offerte possono essere raggiunti anche da chi utilizza internet mentre è in viaggio o fuori casa.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright