The news is by your side.

Sanità/ An-Pdl pugliese: ‘Spunta la verità sul buco sanitario: 971 milioni di €’

22

 “Questo è il fallimento totale del governo Vendola”.

 

Il Consigliere regionale An-PdL, Nino Marmo ha diffuso la seguente nota: “Mentre la ‘sanità malata’ di Vendola frana addosso a quanti in questi anni ci hanno su di essa riempito di menzogne, emerge anche inconfutabile la verità sull’entità del suo vero buco finanziario. L’ha fornita la ‘Corte dei Conti’ doverosamente quantificando il deficit in questione in 971 milioni di euro, e cioè 490 in più di quanto finora dichiarato dal Governo Regionale.
Non solo, i debiti delle Asl ammontano alla mostruosa cifra di due miliardi e 428 milioni, di cui 1 miliardo 438 milioni nei confronti dei fornitori. E’ esattamente quello che avevo detto, del tutto inascoltato, io in una dichiarazione del 19 febbraio 2009 scorso, che così recitava: ‘In poche righe il Presidente Vendola dichiara il fallimento del sistema sanitario regionale: ‘…il sistema sanitario regionale pugliese ha urgentemente bisogno della liquidità vincolata pena il collasso finanziario in poche settimane dello stesso sistema’.
Nel mese di gennaio 2009, infatti, tutti gli istituti bancari che svolgono il servizio di tesoreria alle aziende sanitarie della Regione Puglia, hanno provveduto all’apposizione del vincolo di indisponibilità dell’80% sulle giacenze di cassa trasferite alla data del 271/2009 dalla Banca d’Italia. Il vincolo di indisponibilità è posto su una somma pari a 491.6 milioni di euro, e questo non potrà che produrre maggiori ritardi nei pagamenti ai fornitori e maggiori addebiti per interessi di mora, oltre che ulteriori procedure per il recupero forzoso dei crediti vantati dai fornitori e conseguenti aggravi per spese legali.
Vendola smentisce le dichiarazioni dell’Assessore che quantificava in circa 700 milioni di euro i debiti della sanità pugliese. Il totale dello sbilancio finanziario negativo al 31.12.2008 al lordo dei vincoli subiti di disponibilità liquide è il doppio e lo certifica il Presidente che ha chiesto una deroga al Governo una deroga al limite del prelievo annuale del 20% per i prossimi anni e per un totale comp0lessivo di 491.6 milioni di E.
Il fallimento totale del Governo , che ha affossato ogni speranza per la Puglia impone le immediate dimissioni del Presidente”.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright