The news is by your side.

Il Gargano e i suoi Porti Turistici (4)

18

Un piccolo scalo pure a Mattinata.

 

“L’intervento appare prioritario ed importante – sostiene il sindaco Angelo Iannotta – per il notevole valore costituito dalle opere portuali esistenti che, solo con il naturale completamento, possono
consentire all’economia locale di fruire dei vantaggi derivanti da una importante infrastruttura portuale turistica: abbiamo deciso di dover coinvolgere i privati, mediante lo strumento della finanza di progetto e aspettiamo che le imprese si facciano avanti”.
Insomma riqualificare l’intera area con un porto moderno accompagnato da tutti i servizi ad esso collegati. Questo l’intento espresso dal sindaco di Mattinata che ha portato all’approvazione degli organi comunali lo studio di fattibilità dell’opera pubblica. Si è fatto ricorso, spiega il primo cittadino mattinatese, ad un pool nazionale di esperti, che abbiamo individuato in “Italia Navigando”, struttura tecnica controllata dal Ministero del Tesoro. L’area di intervento dell’iniziativa dell’amministrazione comunale è l’attuale porticciolo. La proposta di intervento con riguardo all’area a terra è incentrata su un processo di ricomposizione e riordino dell’esistente, sia dal punto di vista morfologico, che dal punto di vista funzionale. Si prevede nel progetto la zona turistico ricreativa: volumetrie di basso impatto, organismi semplici di struttura leggera, che ospitano varie funzioni a servizio del porto ma anche a supporto dell’area archeologica.
Per l’area dedicata all’assistenza tecnica e cantieristica si avrà un ampio piazzale per le movimentazioni di circa 900 metri quadri, che sarà destinato ad ospitare lavorazioni per l’assistenza
nautica sul posto. Il percorso previsto è immerso nel verde, in parte esistente in parte integrato con nuove piantumazioni. Secondo Italia Navigando per le opere marittime in senso stretto si prevede il prolungamento del molo sopraflutto per una lunghezza di 220 metri, l’attuale pennello ora finalizzato al contenimento del trasporto solido proveniente dalla spiaggia a Sud del Porto, viene ampliato con la sovrapposizione di ulteriore strato di scogli. Il tracciato del molo nella parte finale viene prolungato per una lunghezza di 20 metri.
Le opere marittime previste porteranno i posti barca a 285, di essi 80 per barche di dieci metri, 126 posti per quelle di 12 metri, 52 posti per le barche fino a 14 metri. Fino ad arrivare a cinque posti per le imbarcazioni super da 24 metri. Per tutti i lavori Italia Navigando prevede una spesa di circa dieci milioni di euro. Adesso, dopo l’ok degli amministratori locali, la palla è passata all’ufficio tecnico per i passaggi di gestione successivi.
Francesco Bisceglia
 


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright