The news is by your side.

Turismo/ La Puglia ritorna in vetta

16

Le mete più richieste sono sempre Salento e Gargano.

 

Saranno due milioni – secondo l’associazione dei consumatori Telefonoblu — i pugliesi che faranno una vacanza in estate mentre sono circa 350 mila i lucani con un incremento per le due regioni di almeno un 2%. Secondo l’Osservatorio di Telefono Blu Puglia-Lucania saranno vacanze medie di almeno 10 giorni (due in più rispetto al 2008). Quattro persone su dieci prenotano e decidono nell’ultima settimana. I pugliesi che prenotano direttamente anche via web sono 1126%, per agenzia circa il 29% e senza prenotare 1140%. Per recarsi all’estero invece le scelte sono: 48% con agenzia il 29% direttamente (19% on line) e solo il 23% senza prenotare. Il 60% di questi viaggiatori sceglierà al 70% la vacanza in Italia ma il 30% punterà all’estero.
Fattori trainanti dei maggiori spostamenti sono quindi prezzi più bassi rispetto al 2008, gasolio meno caro, e inflazione a 0% variabile non da poco il bel tempo che porterà anche molti turisti pugliesi di origine che vivono al nord a fare vacanza dai propri parenti ed amici.
La provincia di Bari e la nuova provincia di Andria Barletta saranno sicuramente «le più attive» con circa un terzo degli spostamenti, seguono Foggia e Lecce 19%, Taranto 17% e Brindisi 12%. In Basilicata invece Potenza avrà il 56 % dei flussi ed il resto a Matera. Partenze che vedranno il boom in agosto con oltre 1156%, luglio al 23% e settembre sarà al 15% e a giugno il 6%. Meta preferita: il mare con oltre il 67% delle preferenze. La montagna segue fortemente distanziata con preferenze soprattutto per l’Appennino.
Il mare scelto, lo stesso della Puglia, poi Calabria e Basilicata, Romagna, Abruzzo, Campania e isole siciliane. Il 10% sceglie mete extraeuropee: in testa Mediterraneo (ancora Mar Rosso Tunisia e Marocco), Caraibi-Mexico, Nord America, Oceano Indiano (con permanenze medie sopra i 12 giorni). Sono al- meno 9% quelli che scelgono l’Europa: in testa Grecia, Croazia, Spagna (Baleari ma non solo); in calo il Nord Europa, le capitali Europee. Nell’est: in testa Croazia e Slovenia, a seguire Repubblica Ceca ed Ungheria, Russia. Dati simili per Puglia e Basilicata. Per quanto riguarda il turismo incoming, la Puglia — secondo Telefonoblu — ferma il trend in discesa degli ultimi due anni, attestandosi pertanto al terzo posto fra le regioni del Sud e Isole. I successi migliori, ancora una volta il Gargano e la provincia di Lecce e in tutto il Salento in forte crescita negli ultimi tre anni. Rimane il problema del mancato ritorno di molti turisti per disservizi. La Puglia viene segnalata dai turisti in negativo soprattutto per strutture ricettive (31% dei casi) ed ambientali oltre il 24% (spiagge, mare, acqua, rifiuti), segue al 21% la mancata accoglienza e l’arredo urbano, strade, marciapiedi, illuminazione e manutenzione, presidio sanitario, parcheggi e multe, sporcizia, rifiuti e verde urbano, spazi destinati ai bambini ed accoglienza animali domestici. 


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright